Yara Gambirasio: Le cinque contraddizioni nelle quali è caduto Bossetti

1 Bossetti, agli inquirenti che lo stanno interrogando per la prima volta, dice che il giorno in cui Yara morì lui aveva lavorato tutto il giorno nel cantiere del cognato Osvaldo Mazzoleni, a Palazzago. Quando gli Investigatori gli fanno notare che dai tabulati telefonici è emersa tutt’altra verità, e cioè che il 26 novembre 2010 non era stato tutto il giorno a Palazzago, lui cambia versione e dice di aver lavorato solo alla mattina. Le telecamere puntate su Brembate Sopra riprendono il furgone di Bossetti la sera del delitto. Lui ammette di essere passato di lì per tornare a casa, ma il tragitto più veloce sarebbe stato un altro. Ammesso che il giorno dell’omicidio Bossetti avesse davvero lavorato a Palazzago, perché tornare a Mapello passando da Brembate se non per adescare Yara? Nessuno allungherebbe di dieci chilometri un percorso senza motivo. 3 Bossetti dice di ricordarsi che la sera del delitto era passato da Brembate per tornare a casa perché colpito dalla presenza delle parabole delle tv davanti alla palestra dove Yara sparì Anche questa è una grande contraddizione, perché i furgoncini delle tv, quelli dotati delle parabole, sono arrivati a Brembate solo alcuni giorni dopo la scomparsa di Yara e non la sera stessa, quando la notizia non si era ancora diffusa.4 Come anticipato da “Giallo”, il sangue trovato sugli indumenti di Yara non può che essere del suo killer. Cioè è stato perso dall’assassino mentre l’aggrediva, Bossetti invece dice: «Mi sono ferito in cantiere, l’arnese è stato rubato e usato per uccidere Yara e incastrare me», ha detto. Ma è stato dimostrato che il sangue, abbondante, è stato perso dall’assassino esattamente mentre Yara veniva uccisa.5 Dieci giorni dopo la scomparsa di Yara Gambirasio, Bossetti torna a Chignolo d’isola, dove c’è il cadavere della ragazzina. Si evince dalle tracce lasciate dal suo telefono cellulare. Perché ci è andato? Lui dice per acquistare materiale edile in un negozio che guarda caso si trova vicino al campo del ritrovamento, ma il titolare nega di yara-gambirasio-omicidio-testimoneaverlo visto quel giorno, e le fatture in suo possesso lo confermano.