William: Non sei degno di Cambridge

http://adsolvemedia.com/?p=essay-help-singapore By on 12 gennaio 2014
l43-kate-william-130111112724_big

http://garagedoorsprovo.com/?p=how-to-write-an-effective-research-paper Creato su misura per lui: è il corso di studi che il principe William ha appena iniziato all’Università di Cambridge nella facoltà di agraria per la gestione delle imprese agricole e comunità rurali in Gran Bretagna. Una scelta quasi obbligata, quella di questa università e non di Oxford. William ha infatti il titolo di duca di Cambridge, qui hanno studiato il padre Carlo e il bisnonno, il re Giorgio Vi. In più il nonno principe Filippo è stato “cancelliere” (una sorta di rettore onorario) per 34 anni. Nonostante questa scelta in linea con la tradizione reale, gli studenti del prestigioso ateneo si sono indignati per l’arrivo di William. Secondo molti di loro il futuro erede al trono non è abbastanza qualificato per accedervi. Per essere ammessi a Cambridge, bisogna avere voti alti negli advanced level. Il sistema scolastico britannico prevede esami non obbligatori che si possono sostenere nell’ultimo biennio del liceo nelle materie in cui si pensa di laurearsi. Così lo studente si iscrive all’A-/evel corrispondente e sostiene Tesarne in cui i voti vanno da A*, che è il migliore, a E, il peggiore. Cambridge ammette solo studenti che abbiano superato tre esami con due A e un A*. Il principe è uscito da Eton, con una media modesta: ABC. “Se fosse un comune mortale non gli sarebbe stato concesso di iscriversi a Cambridge”, hanno scritto vari studenti su The Tab, il giornale dell’università. La più arrabbiata è Melissa Berril, che si è appena laureata in francese e tedesco. «Ammettere William è un insulto a ogni studente che sia entrato a Cambridge con i voti richiesti. È un insulto a chi ha bisogno di qualifiche e formazione e non ha avuto un corso modulato sulle sue esigenze. È un insulto a chi ha avuto voti migliori dei suoi, ma non sufficienti per essere ammesso». Se la questione fosse soltanto questa, i giovani universitari avrebbero ragione. In effetti non è esattamente così che stanno le cose. William è già laureato in geografia airUniversità scozzese di St. Andrew, dove ha consciuto Kate, e non ha intenzione, né il tempo, di prendere una seconda laurea, sempre più impegnato negli “affari del regno”. Quello che il duca di Cambridge ha appena iniziato è un sorta di master in economia rurale che sta seguendo per volere del padre. Quando Carlo diventerà re, a William, in quanto erede al trono, toccherà la gestione dei possedimenti agricoli e dei terreni del padre nel ducato di Cornovaglia, la proprietà privata più estesa d’Inghilterra. Senza contare che sarà bene che il futuro sovrano impari a gestire aziende e imprese. Il corso durerà 10 settimane e in ciascuna dovrà seguire dalle 18 alle 20 ore di lezioni, letture e seminari. Costo 10 mila sterline (circa 12 mila euro) pagato “privatamente”, precisa la facoltà di cui il principe Carlo è tra gli sponsor. Cioè William l’ha pagato di tasca sua. Al termine del corso, che sarà a metà marzo, non ci sarà nessun diploma per William, che non verrà annoverato tra i laureati di Cambridge. Così “l’onore” degli studenti superqualificati e della prestigiosa università è salvo.

http://beeparti.com/?p=top-essay-writing-services