Vittorio Marcelli: “Alessia Marcuzzi Ti Amo”

vittorio2

La destinazione farebbe gola a chiunque e il biglietto è già pronto. Bisogna vedere, però, se lei accetta. Quando si tratta di lanciare provocazioni, dove il confine tra serio e faceto è sempre molto sottile, l’ex gieffino Vittorio Marcelli non si risparmia mai.L’ex concorrente del Grande Fratello 9, uno dei più popolari della sua edizione, tornato alle Hawaii dove era stato “pescato” per partecipare al reality, tiratosi fuori dai teatrini televisivi che seguono l’uscita dalla Casa, si porta dietro da tempo una questione irrisolta: «Sono sempre stato pazzo di Alessia Marcuzzi e ora lancio il sasso: “Ale, ma che ti frega di tornare al timone del Grande Fratello? Salta su un aereo e vieni a vivere con me”», dice a Top. Il quarantenne romano, istruttore di surf e imprenditore, oltre che, in questi giorni, protagonista in versione Magnurn P.I. di un spot di una famosa catena di alberghi statunitense, ci rivela di aver avuto una cotta per la conduttrice già dai tempi della sua partecipazione al programma di Canale 5. «C’è stato anche un bacio rubato. A lei…», aggiunge con tanta ironia.

Proprio ora che il Grande Fratello è pronto a tornare, dopo un anno di riposo, vuoi portare via Alessia Marcuzzi. Come ci spieghi questo tuo appello?«In realtà pensavo a questo invito da tempo. Come tutti sappiamo, la conduzione del reality, così come la sua formula, sono stati messi in discussione per un po’, e io pensavo che lei sfoderasse il suo amor proprio e si buttasse su altro».Come mai dici questo?«Perché credo che per una brava, bella, simpatica come lei, “parcheggiarsi” in un reality show che ormai è stato spremuto fino alla buccia non ha alcun senso. E poi perché Alessia mi è sempre piaciuta, quindi alla fine il mio non è solo un consiglio professionale…».Lei è una donna con due storie importanti alle spalle, due figli…«E che problema c’è? Io e Alessia siamo coetanei, ho già avuto storie con donne che avevano dei figli. I figli di Alessia sono i benvenuti. Alle Hawaii c’è posto per tutti (ride, ndr)».Sì, ma certe cose si fanno in due. In tutto questo tempo, non hai mai avuto modo di dichiararti?«Forse l’ho fatto in modo discreto, “poi a un certo punto Alessia era impegnata e io sono corretto. Però, devo dirvelo, una volta un bacio a tradimento tra noi c’è stato».Raccontaci…«Eravamo alla festa di fine produzione, che viene fatta a ogni edizione, con i vari concorrenti, gli autori e tutte le persone che a vario titolo hanno lavorato al programma. Al momento dei saluti ho preso Alessia e le ho dato un bacio sulla bocca».E lei?«E lei: “Vitto’, che fai?”».E tu?«“E che ti devo fare?”, le ho detto. E finita a ridere».Ma che tipo di bacio è stato.Un bacio “a stampo”. Doveva essere dato sulla guancia, ma poi è finita così…».Da quel giorno sono passa:! quattro anni nel frattempo…«Sì, ma ci sono certe cose che non se ne vanno…».Che cosa hai fatto dopo il Grande Fratello? «Sono rimasto per un po’ in Italia, ma le proposte che arrivavano erano tutte abbastanza scadenti. Avendo vissuto e vivendo attualmente all’estero, sono abituato a confrontarmi con macchine organizzative differenti. So bene di esser stato uno dei concorrenti più seguiti della mia edizione, eppure quando poi si è trattato di concretizzare certe idee, non saltava fuori nulla di più dei soliti siparietti legati alla partecipazione al programma. Al GF vince la falsità: la vittoria di Ferdi nella mia edizione è un esempio. Il 2011 per me è stato un anno difficile, sia per la famiglia sia per le pene d’amore, così sono stato più felice e contento di rientrare in questo paradiso dove invece il passaggio tra sogni e realtà è più breve e concreto».E nei tuoi sogni c’è quello di avere Alessia al tuo fianco?«Anche… Alessia è il mio tipo ideale. Ha lo spirito “da ragazza”, ma sa quello che vuole. Se vuole venire qui, le ho preparato già anche il biglietto».Allora è una cosa proprio seria… «Parliamoci chiaro: il Grande Fratello, così com’è, è finito. Si dice “squadra che vince non si cambia”, ma a me non pare di aver visto tutte queste grandi vittorie. Ora ci ritroviamo lo stesso programma, con la stessa gente al lavoro, tutte persone straordinarie, per carità, ma è ovvio che dopo tanti anni è diffìcile rinnovare le idee e la stessa cosa vale per la conduttrice. Se in Italia l’unica cosa che continuano a offrirle è il GF, allora… Alessia, salta su un aereo e vieni qua, dove esiste la meritocrazia e c’è tanta voglia di fare cose diverse…».