Violetta: Il mistero super protetto dell’età dell’attrice più amata dai bambini

Violetta-Martina-Stoessel-Violetta-En-Vivo

Un caso mediatico, una diva planetaria amata da milioni di ragazzini e dai loro genitori. Martina Stoessel è l’attrice argentina protagonista della serie Disney Violetta, tra le più seguite di sempre, della quale sta andando in onda anche in Italia la seconda stagione. Visto l’enorme successo, che cosa succederebbe se si scoprisse che la ragazza in realtà nasconde un grosso segreto? Per i giovani attori dei film per ragazzi l’immagine è tutto: devono essere rassicuranti e a misura di bambino sempre. E l’immagine, se non viene filtrata, corre il rischio di danneggiare un prodotto che vale milioni. Questa volta i social network hanno giocato un brutto scherzo a Martina che, qualche tempo fa, ha pubblicato su Twitter una foto in cui la si vede bambina tra le braccia della madre. Piccolo particolare: in basso a destra compare una data che ha fatto molto discutere: 22 aprile 1992, Ma come? Martina ha 16 anni, quindi è nata nel 1997; in quella foto, invece, dimostra già un anno. Se la data fosse corretta, oggi avrebbe 22 anni. Forse si è trattato solo di un errore, ma già prima di questo episodio erano in < molti a sostenere che la ragazza dimostrasse qualcosina in più dei 16 anni dichiarati. Ad alimentare i sospetti, poi, sono stati l’immediata rimozione della foto e altri indizi sparsi qua e là. Come, per esempio, il fatto che Martina non frequenti regolarmente il liceo al quale dovrebbe essere iscritta, ma segua, secondo quanto lei stessa afferma, i corsi per corrispondenza. Oppure, che la sua migliore amica, Mercedes Lambre, l’antipatica Ludmilla della serie, abbia effettivamente già 21 anni. Insomma, piccoli sospetti crescono. 11 fatto più scabroso, comunque, sarebbe un altro. Sebbene Violetta sia un’eterna indecisa in questioni di cuore, nella prima stagione si è già lasciata andare a un bacio con il bel Leon. Niente di strano se a baciarsi sono due teenager, un problema invece quando a interpretare il fidanzatino è l’attore messicano Jorge Bianco, classe 1991, quindi maggiorenne. Una situazione al limite della legalità, che forse la Disney non avrebbe permesso se l’attrice avesse veramente l’età che dice. La prima ad ammettere che una certa distanza tra Violetta e Martina effettivamente esista, è la stessa Tini, così come la chiamano in famiglia: «Ho dovuto chiudere il mio account personale su Facebook perché ricevevo troppi messaggi. Inoltre non potevo caricare fotografie della mia vita privata come, per esempio, quelle fatte in spiaggia, con il bikini. Alla Disney tengono molto a tutelare una certa immagine». Il motivo di questa ipotetica falsificazione anagrafica potrebbe essere una strategia di marketing messo in atto dalla stessa Disney per avvicinare il personaggio al suo pubblico principale, che va dai 4 ai 16 anni. Esattamente l’epoca in cui Tini dice di aver scoperto la sua vena artistica, «frugando nell’armadio della mamma in cerca di abiti da sera e tacchi a spillo, cantando per un pubblico di bambole e fingendo di firmare autografi». Figlia di uno dei produttori televisivi più acclamati d’Argentina, la leggenda di Martina narra che Alejandro Stoessel presentò alla Disney la proposta di un format per bambini, in cui solo per comodità aveva fatto cantare sua figlia. Incantati dalla voce della giovane, però, gli acquirenti avrebbero voluto solo lei, disinteressandosi del programma in questione. Anche in questo caso, tuttavia, la verità potrebbe essere un’altra. Uno dei più grandi successi di Alejandro Stoessel, infatti, è stata la produzione de II mondo di Patty, in cui Tini arrivò a fare addirittura tre comparsate. Poi, prima ancora di Violetta, fece un disco di canzoni Disney per il mercato spagnolo. Forse un po’ troppo per una ragazzina talentuosa scoperta per caso, nonostante il padre la volesse proteggere dalle trappole del mondo dello spettacolo. In attesa di svelare i suoi reconditi segreti, Violetta continua a essere prima nella classifica della sua fascia oraria in sette nazioni. In Italia supera abitualmente i 3 5 0 mila ascoltatori al giorno e, dopo essere tornata in onda in seguito alla pausa estiva, ora corona il suo successo anche fuori dello schermo televisivo: quest’anno ha debuttato nei concerti dal vivo (da gennaio anche nel nostro Paese) senza mai un posto libero in platea. È anche protagonista di un album di figurine creato apposta per lei dalla Panini. Quel che conta, però, è che Martina piace davvero e piace in tutte le sue forme. Da rocker a principessina, passando per il criticatissimo look scelto per il gala dei Telegatti argentini, i Martin Fierro Awards, in cui è andata praticamente svestita: in pantalocini con una lunga cappa che le nascondeva a malapena le gambe. In compenso ha portato a casa ben due premi.

1 Comment

  1. demi

    2 febbraio 2014 at 23:22

    Ma ne siete sicuri che abbia 22 anni? Io voglio vedere la foto