Veronica Maya silurata dalla Rai

Per lei è un’estate diversa da quelle degli anni passati. Eravamo abituati a vederla “paparazzata” in bikini mentre trascorreva le vacanze tra la Campania e la Sicilia. Ora, invece, i suoi momenti liberi sono decisamente diminuiti. Tutte le mattine, infatti, Veronica Maya dà il buongiorno alle famiglie italiane con Dolce casa, la rubrica che cura all’interno di Unomatti- na estate. Anche se, appena può, raggiunge la famiglia in spiaggia, come mostrano gli scatti di Nuovo.La nuova avventura televisiva della conduttrice è cominciata qualche settimana dopo il suo allontanamento da Verdetto finale e terminerà a settembre. Da lì in poi, il futuro lavorativo foto-veronica-mayadella Maya è piuttosto incerto. Per cui lei, senza progetti professionali concreti all’orizzonte, finalmente avrà più tempo per dedicarsi alla famiglia e ai preparativi delle nozze con il suo compagno, Marco Moraci. All’ultima presentazione dei palinsesti della Rai non c’eri. La tua collega conduttrice Manila Nazzaro ritiene “scandaloso” che tu non abbia, almeno al momento, nessun programma… «Manila è sempre tanto carina con me, tra noi c’è molta solidarietà e affetto. Poi ci comprendiamo bene: siamo entrambe mamme di due maschietti!». Ti davano per certa al timone versione inverna le di Unomattina… «Era una voce nell’aria, insistente da un mese. In tutta onestà, però, devo dire che quel programma non mi era stato proposto ufficialmente dal direttore. Certo, si era creata un’aspettativa perché qualcuno aveva pubblicato o annunciato la notizia. Tutti immaginavano che la vicenda prendesse una determinata piega, ma non posso dire che mi abbiano “scippato” qualcosa, perché non è andata così». Ci sei rimasta male? «Ma no! Se mi avessero proposto quel programma, lo avrei fatto con il mio solito senso del dovere. Mi sarebbe pesato tantissimo, però: non per la lontananza da casa, ma perché avrei faticato davvero molto a tenere in piedi la famiglia, con le necessità e le priorità del caso. In fondo, è stato meglio così». Adesso che è estate e fa caldo, ti pesa lavorare? «No, non mi pesa mai. Ci sono le levatacce, certo, ma le mamme sono pronte a tutto. Se c’è qualcuno che ora si deve sacrificare, sono io. Do l’ultimo biberon all’alba a Tancredi, poi parto più serena, vado al lavoro e quindi salgo sul treno per tornare a casa. Faccio anche in tempo a prendere Riccardo all’uscita dall’asilo. Dormo meno, ma mi sento realizzata e soddisfatta; soprattutto, non troppo in colpa perché non abbandono i figli per un giorno intero. E poi ci sono sempre nei weekend». Dopo la fine di Dolce casa potrai approfittarne per organizzare finalmente il tuo matrimonio, vero? «Non abbiamo fretta: dovrebbe essere l’estate prossima. Aspetterò qualche mese, poi comincerò a pensarci. Non mi piace pianificare le cose con tanto anticipo e, comunque, io e Marco abbiamo le idee chiare su quello che vogliamo. Inoltre sono in trattativa per un progetto in Tv…». Di che cosa si tratta? «Non c’è ancora niente di certo, ma è un programma settimanale itinerante, che dovrebbe partire a dicembre. L’azienda mi offre altre possibilità, perciò sono serena». «Adoro vedere i miei bimbi allegri» Di recente Tancredi ha compiuto un anno. Come a- vete festeggiato? «Abbiamo preparato una simpatica festicciola a casa. Era il giorno della partita Ita- lia-Costa Rica. Da una parte animazione, palloncini, mamme e una ventina di bambini; dall’altra i papà davanti alla televisione con la birra in mano. E stato divertente, un po’ meno per chi ama il calcio, visto che gli azzurri hanno perso. Però è stato bello vedere i piccoli che giocavano con un animatore vestito da Topolino. Come sempre è stata la mia a- mica Marianna la cake designer della festa. Questa volta non si è occupata solo dei dolci: ha pensato a tutto il cate- ring perché io, lavorando tutte le mattine, non avevo avuto tempo di preparare nulla». Quali regali ha ricevuto Tancredi? «Tanti, dall’abbigliamento ai pastelli per colorare. E poi anche libri, lo e il papà, invece, gli abbiamo regalato il modellino di automobile Bugatti rossa e lui ci gioca con il fratello maggiore! Riccardo, poi, sta approfittando anche di un altro regalo di Tancredi, un cavalluccio a dondolo. Per adesso, il miglior risultato che abbiamo ottenuto è che sul cavallo vadano insieme». Magari anche la candelina l’avranno spenta assieme… «In realtà l’ha spenta solo Riccardo! Poi, però, ha cantato “Tanti auguri a te” al suo fratellino. Tancredi è ancora piccolo, ma era molto felice e si è reso conto che quello che stava vedendo e vivendo era qualcosa di bellissimo per lui. E stata una giornata davvero speciale per tutti».