Veronica Maya: la conduttrice dice basta al gossip ed è pronta a tornare a Zecchino d’Oro

foto-veronica-maya

Dopo l’involontario incidente che l’ha vista protagonista in una delle ultime puntate di Tale e quale show, quando cantando Material girl di Madonna il corpetto le ha giocato un brutto scherzo mostrando il suo seno, Veronica Maya è pronta a voltare pagina. E a tornare in Tv e al suo lavoro con la conduzione del 57esimo Zecchino d’Oro, dal 25 al 29 novembre su Raiuno. Ti sei ripresa dallo shock del topless in Tv? «Ho quasi quarantanni, un marito e due figli che adoro, tra dieci giorni tomo a condurre lo Zecchino d’Oro e sarei una stupida a pensare di voler attirare l’attenzione su di me con una cosa del genere. Lavoro da tanti anni e ho sempre portato a casa i miei progetti ponendomi come primo obiettivo il rispetto del pubblico». È vero, come si è letto, che tuo marito si è imbarazzato per l’accaduto? «Marco fa il medico e pertanto non è abituato a queste dinamiche di “bracconaggio”. E stato dispiaciuto e imbarazzato come lo sono stata io, ma ho apprezzato molto il suo sapermi stare vicino. Insieme abbiamo cercato di voltare pagina e di riprenderci la nostra privacy. In fin dei conti non ho fatto né un calendario nuda né un film pomo e penso siano altre le persone che debbano vergognarsi, non certo io». Ti aspettavi che il tuo “incidente” avesse tutta questa rilevanza? «Sono stata subissata d’interviste e in questi giorni mi ha chiamato il mondo. Mi dispiace che siano state dette tante cattiverie sul mio conto perché non me le meritavo assolutamente.

Mi viene anzi da chiedere per quale assurdo motivo il mio topless involontario abbia suscitato una così grande attenzione tra gli italiani, special- mente in un periodo di crisi come questo in cui i problemi non mancano. Invece di parlare bisognerebbe trovarcisi in certe situazioni». Pensi possa influire sulla conduzione dello Zecchino d’Oro? «Penso che padre Alessandro, direttore dell’Antoniano, abbia capito la mia buona fede e la totale involontarietà dell’incidente. A lui mi lega un’amicizia che dura da anni e lo considero “uno di famiglia”, visto che è stato lui a battezzare entrambi i miei figli». Che cosa puoi anticiparci di questa 57esima edizione? «Non ci sarà Pino Insegno al mio fianco ma si alterneranno conduttori diversi ogni sera. In più ci saranno diversi bambini che mi accompagneranno sul palco. Il tema portante sarà il mondo visto con gli occhi di un bambino e insieme declineremo valori importanti come l’amicizia, la famiglia, il gioco». Che cosa ti piace di più dello Zecchino? «L’ambiente sano che ruota attorno a questo concorso canoro, un foto-veronica-mayaambiente dove nel corso degli anni ho costruito importanti rapporti d’amicizia. E poi è la trasmissione televisiva che mi ha permesso di crescere come conduttrice ma anche come donna. L’ho condotto come “debuttante”, come mamma in attesa del primo figlio, poi in attesa del secondo». I tuoi figli ti guardano in televisione? «Tancredi ha un anno e mezzo ed è ancora troppo piccolo e non realizza la cosa mentre Riccardo, di tre anni, si diverte a vedermi. Io cerco di rendere loro la cosa il più normale possibile».