Valeria Marini, lei si consola Cottone si diverte

Così vicini, così lontani. Stesso posto, Cannes. Stesso lussuoso hotel sulla Croisctte. Eppure Valeria Marini e Giovanni Cottone hanno trascorso le giornate del Festival del cinema come due estranei. O forse peggio, perché i dodici mesi passati da! loro sì, con il carico di delusioni e incomprensioni sfociate nella separazione avviata qualche settimana fa , rendono oggi assordante questo silenzio tra di loro. E danno un significato speciale anche alle nuove presenze al fianco della ex coppia. Valeria, una habituée del Festival, dove in genere festeggia anche il compleanno (e lo scorso 14 maggio le candeline erano 47), si è presentata sulla Croisette con un affascinante ragazzo barbuto. Non Antonio Brosio, l’ex troni sta con cui aveva trascorso alcuni giorni alle Baleari. Ma nemmeno un nuovo amore. Semmai, un vecchio affetto: perché Fabio Ardizzone è il suo truccatore, nonché amico fedele da anni, pertanto anche un amico a cui appoggiarsi e, si può suppone, una spalla su cui piangere all’occorrenza. E deve averne versate, di lacrime, se si è indurita al punto da rispedire al mittente anche un presunto regalo “luccicoso” che l’ex marito le avrebbe ponato a Cannes come “calumet della pace”. Indecifrabile, a questo punto, la posizione di Cottone: dopo essersi definito la vera parte lesa del rapporto, in quanto (dice) sarebbe stata la Marini a invaghirsi ili un altro e a lasciarlo, da un lato sembra cercare il disgelo con Valeria, ma dall1 altro si fa vedere in giro con una misteriosa dama bionda. La stessa con la quale si era presentato giorni fa a una festa a Roma (evento a cui, peraltro, partecipava anche Valeria. Per tre giorni la bionda senza nome ha accompagnato Cottone a cene e serate di gala e per tre giorni è entrata e uscita dall1 hotel dell’imprenditore (e della Marini). Via una bionda se ne trova un’al tra? Fosse faci le…