Uomini e Donne, Tina Cipollari: ” Jonas Berami mi lascerà un segno”

Briosa, esuberante, esplosiva, imprevedibile: la vamp Tina Cipoliari, opinionista storica di Uomini e donne, la popolare trasmissione in onda dal lunedì al venerdì alle 14.45 su Canale 5, è stata una delle testimonial di Ti sposo… 2014, il tradizionale salone campano di abiti da sposi e d’alta moda, organizzato da Pasquale Garofalo e Giovanni Cafiero nel complesso Zeno di Ercoiano, in provincia di Napoli. Accolta come una star, è stata disponibile e cordiale con tutti. Tina, come ti stai trovando nella nuova edizione di Uomini e donnei «Benissimo, come sempre! È una trasmissione cucita su di me, in studio mi sento a mio agio e posso essere diretta e sincera. Io non ho mezze misure: la gente o mi ama o mi odia. Non riesco a essere falsa e ipocrita, dico tutto quello che penso senza filtri e senza peli sulla lingua, perciò spesso mi trovo coinvolta in litigi e discussioni. Ma non ci posso fare niente, è il mio carattere!».Tra i tronisti c’è Jonás Berami, l’attore spagnolo de II Segreto, e sembra che tu abbia un debole per lui. Ce lo confermi? «Mi piace moltissimo, con lui sto bene. Insomma, sono contenta e si vede! Jonás mi è simpatico, è un ragazzo semplice, elegante, sincero, verace, profondo. Ha un animo pulito e schietto, riesco a interagire con lui, siamo in sintonia. Lo sto coccolando, sto imparando a cucinare la paella e a preparare la sangría, ma attenzione: niente gossip, mi comporto così per farlo sentire a suo agio, perché è da solo qui in Italia. Jonás potrebbe essere mio figlio, e io sono felicemente sposata e madre di tre bambini (Mattias, Gianluca e Francesco, avuti dal marito Chicco Nalli, ndr)». Ti stai sperimentando in ruoli diversi? «E qui sta il bello. Sono diventata una scatenata ballerina spagnola, la famosa Tinas Cebolla, e mi sono lanciata in un improbabile flamenco coinvolgendo tutto lo studio, trasformato per l’occasione in una vera e propria balera. Inoltre, sto interpretando le varie partner che Jonás ha avuto nella soap spagnola II Segreto: da Soledad (Alejandra Onieva, ndr), la donna innamorata di Juan Castañeda, a Enriqueta (Andrea Duro, ndr), la sua assassina, ho saputo reinventarmi e mi sto travestendo, con tanto di bandana in testa, parrucca e abiti da contadina, in tante donne diverse, tra le risate di Maria De Filippi e del cast». Tina-CipollariC’è un ironista che ti è rimasto particolarmente nel cuore? «No. Sono ragazzi che durano il tempo di una stagione. Con loro posso andare d’accordo o scontrarmi, ma poi finisce lì, non mi interesso più di tanto. Adesso, invece, sono sicura che Jonàs mi lascerà un segno indelebile. Ha avuto anche un grande coraggio a mettersi in discussione e a vivere i propri sentimenti sotto i riflettori dopo aver preso parte a una produzione televisiva di ampio successo come II Segreto. Non è da tutti fare una scelta del genere». Oie cosa pensi, invece, degli altri nuovi ironisti, ovvero Andrea Cerioli e Teresa Cilia? «Spero che per loro il percorso di Uomini e donne abbia il lieto fine». Com’è il tuo rapporto con Maria De Filippi? «Ci conosciamo da anni, il nostro è un rapporto di lavoro e di amicizia. Maria è una donna determinata, in gamba, attenta e professionale. Ormai ci capiamo al volo. C’è un grande feeling con tutto il cast e lo staff, anche con Gianni Sperti, malgrado qualche volta non la pensiamo allo stesso modo». Hai mai voluto fare altre esperienze in Tv? «No. In passato mi è capitato, ho preso parte a Buona Domenica con Maurizio Costanzo, al game show Il ristorante e allo show Dimmi la verità, ma con il tempo ho capito che il mio programma ideale è proprio Uomini e donne. Da Maria mi sento a casa, non riesco a immaginarmi da nessun’altra parte. Sarò eternamente grata a Maria e a Costanzo per aver creduto in me, grazie a loro sono felice, serena, soddisfatta e amata dal pubblico. Avendo tre figli e un marito, il mio tempo è molto ridotto: per raggiungere gli studi di Canale 5, che sono la mia seconda casa, non devo fare grandi spostamenti né preparazioni faticose. L’ideale per me, che sono pigra e abitudinaria! Non potrei desiderare di meglio». Sei come ti vediamo in Tv o reciti un ruolo? «Sono come mi vedete. Sono spontanea e non riesco a frenarmi, esprimo sempre la mia opinione con sincerità e la gente lo apprezza. Sono schietta e sincera, molti criticano i miei atteggiamenti a volte un po’ troppo esagerati, ma io sono così, non posso cambiare». Da quanto tempo sei nel programma? «Ho iniziato nel 2001 come corteggiatrice, ho continuato come tronista e poi come opinionista. Nel corso della trasmissione ho conosciuto mio marito, Chicco Nalli. Stiamo insieme da dieci anni e siamo ancora una coppia felice, nonostante i pettegolezzi degli invidiosi». Tutto bene nel privato, quindi? «Benissimo, la nostra vita procede a gonfie vele. I nostri figli, Mattias, Gianluca e Francesco, sono molto impegnativi ma rappresentano la nostra gioia e il nostro orgoglio». Sei stata testimonial di Ti sposo… 2014, che ricordi hai del tuo matrimonio? «Ero emozionatissima, felice, raggiante. Mi sentivo la donna più bella del mondo, ma non riesco a ricordare tutti i particolari: ero così commossa, che non ero del tutto lucida!». Sei gelosa? «Quanto basta, non mi piacciono i rapporti troppo ossessivi». Tuo marito è nel cast di Detto Fatto, il programma pomeridiano condotto da Caterina Balivo su Raidue. Tra di voi c’è rivalità? «No. Nella trasmissione, Chicco è hair stylist tuto- rial, cambia il look alle partecipanti che lo richiedono. Siamo su due reti diverse, in due strutture diverse e in due ruoli diversi, tra di noi non esiste nessuna guerra di ascolti e in casa non parliamo di lavoro».