Tommaso Scala: Il ironista di Uomini e donne spiega perché ha scelto tra le sue corteggiatrìci Flavia Fiadone

Tommaso-Scala_h_partb

La puntata della scelta è stata la più dura». Tommaso Scala, tronista di Uomini e donne da settembre, ha lasciato il programma. Entrato single, è uscito fidanzato con Flavia Fiadone: «Lei rappresenta il prototipo di donna che volevo al mio fianco». Ma il pensiero del tronista corre all’altra corteggiatrice che fino alla fine ha sperato di prendere il posto di Flavia: «Mi è dispiaciuto che Germana, quando è stata rifiutata, mi abbia accusato di aver fatto una scelta televisiva. Proprio perché non volevo prendere in giro nessuno, ho deciso di lasciare: se fossi rimasto nel programma per una o due puntate non sarebbe cambiato niente. Invece, ha prevalso la voglia di vivere Flavia nella quotidianità». Eppure chi ha seguito il suo percorso televisivo sa che non è stato sempre carino Con lei, anzi. Perché? «Flavia mi piaceva molto, ma io sono molto diffidente. E se sono stato quasi spietato nei suoi confronti, è perché volevo conoscerla a fondo, non in modo superficiale. Le circostanze non sempre l’hanno aiutata: sembrava che fosse poco interessata a me, o che avesse qualcosa da nascóndere. Quando lei ha manifesta- ! to l’intenzione di andare via, o quando sul suo conto sono arrivate segnalazioni relative a un suo presunto fidanzamento fuori dal programma, i miei dubbi sono cresciuti. Ma lei mi è sempre piaciuta, al di là di tutto. Flavia è fine, elegante, bella e davvero adatta a me. Quando ho avuto modo di capire che era sincera e pulita, come volevo, ho deciso di sceglierla». Cosa vi siete detti quando siete rimasti da soli per la prima volta, senza le telecamere? «Tutte le incomprensioni le abbiamo lasciate in studio. Ci siamo detti solo che era fatta. Finalm ente. Io l ’ho guardata e le ho detto che dovevamo pensare a stare benè insieme». Ha detto che, in passato, le donne l’hanno spesso delusa: con quale stato d’animo si appresta a vivere questa nuova relazione? «Non ihi sto impegnando a vita, ma ho tanta voglia di stare con lei e di essere felice Durante questo percorso sono cambiato: prima mi lasciavo condizionare dalle esperierize precedenti che avevo vissuto. Oggi sono molto sereno, non faccio previsioni a lunga scadenza, ma ho l’intenzione di vivere giorno dopo giorno. Flavia è molto presente nella mia vita, anche se viviamo distanti, io a Torre del Greco e lei a Milano, per l’università. In questi primi giorni da coppia non ci siamo visti molto: oltre ai reciproci impegni ho avuto pure l’influenza. Ma appena ho potuto, l’ho raggiunta e abbiamo iniziato a fare programmi per il futuro». Sta pensando di trasferirsi a Milano, da Flavia? «Devo capire dove mi porterà il lavoro. Essendo ufficiale della Marina mercantile in passato ho girato tutto il mondo. Ma ora che ho una stabilità sentimentale punto a non allontanarmi. Vorrei studiare recitazione, magari a Roma. Flavia sta a Milano per motivi di studio, ma la sua famiglia vive a Viareggio. Così, dopo la laurea, per la quale le mancano pochissimi esami, può cercare lavoro un po’ dappertutto. Vicino a dove sarò io è meglio».