Tatiana e Andrea Casiraghi: Le nozze bis da favola del figlio di Carolina

Fiocchi di neve, fiori e musica per il primogenito della principessa Carolina di Monaco e la bella ereditiera che hanno detto sì davanti al sacerdote pi Gstaad, in Svizzera, 5 mesi dopo la cerimonia civile a Montecarlo. Con loro Sacha, il figlio nato a marzo scorso e 300 invitati. I grandi assenti: Charlene, moglie del principe Alberto, e Gad Elmaleh, da cui Charlotte Casiraghi ha da poco avuto il piccolo Raphael. Ecco l’album delle nozze. Si sono giurati eterno amore per la seconda volta, circondati dal panorama mozzafiato delle Alpi innevate. Andrea Casiraghi, il primogenito della principessa Carolina di Monaco, e l’ereditiera Tatiana Santo Domingo, hanno celebrato a Gstaad le nozze religiose il primo febbraio, 5 mesi dopo il matrimonio civile a Montecarlo, il 31 agosto scorso. Scegliendo la cittadina della Svizzera per pronunciare il suo sì più importante, Tatiana ha coronato il sogno di bambina: quello di sposarsi nella località in cui ha vissuto fino ai 15 anni e a cui è più affezionata. Le “sue” montagne non la hanno delusa: i 300 invitati sono entrati nella chiesetta di S. Nicolas, all’interno del convento di Rougemont – un gioiello dell’arte romanica dell’XI secolo, costruito dai monaci di Cluny, a un paio di chilometri da Gstaad – mentre i fiocchi di neve si posavano delicati sugli abiti delle dame. Poco dopo Tatiana, splendida in un abito di Valentino (che, tra l’altro, era tra gli invitati), con la tiara Fringe – usata spesso come collana da Carolina – tra i capelli, e un cappuccio ornato di pelliccia, ha fatto il suo ingresso in chiesa, al braccio del fratello, Julio Mario III Santo Domingo. E chissà se il pensiero, per un attimo, è volato a suo padre, Julio Mario Junior, mancato a soli 51 anni per un terribile male. Tatiana ha percorso la navata della chiesa tra centinaia di candele e fiori bianche arrivati da Parigi, mentre le note dell’Ave Maria di Schubert prorompevano limpide da un organo del 1800. Davanti all’altare, Tatiana ha rivolto uno sguardo radioso ad Andrea, visibilmente emozionato. Lo sposo, in frac, è entrato in chiesa al braccio di mamma Carolina e seguito dai fratelli: Pierre e Charlotte, neo mamma di Raphaël, nato poco più di un mese fa, e Alexandra, la figlia che Carolina ha avuto da Ernst di Hannover, un fiore di 14 anni che sta sbocciando. Mentre i suoi genitori celebravano il rito delle nozze, in francese, davanti a un sacerdote arrivato da Montecarlo, Sacha, dieci mesi appena, veniva accudito dagli altri ospiti. Del re sto, per il piccolo, quelli trascorsi in Svizzera sono stati giorni pieni di emozioni: non solo ha assistito ai preparativi per la cerimonia, ma è stato anche battezzato. Ora, con le nozze religiose tra i suoi genitori, Sacha entra di diritto tra gli eredi al trono del principato di Monaco. Questioni dinastiche a parte, le nozze di Gstaad sono state sfarzose e romantiche: davvero un altro stile rispetto al matrimonio etno-chic di Montecarlo. Per gli oltre 300 ospiti, i reali di Monaco hanno prenotato gli hotel più esclusivi: il Palace, il Bellevue e il Gran Park. Nell’Alpina hanno soggiornato gli sposi, nella suite Panorama, da oltre 17mila euro a notte: in tutto 400 metri quadri, una cucina privata e una terrazza con una vista spettacolare sulle cime innevate. Tre giorni di festa, per le nozze da favola: venerdì 31 gennaio cena a base di fonduta nel ristorante “Eggli”, che è terminata, per chi lo desiderava, con una sciata illuminata dalle fiaccole; il giorno successivo, dopo il rito, gli sposi e i loro ospiti si sono riuniti al Palace, per un sontuoso banchetto e per ballare fino a tarda notte. A tutte le dame sono state distribuire ballerine di Louboutin per scatenarsi nelle danze con la musica selezionata da Julio Mario, il fratello di Tatiana. Il giorno successivo, un veloce brunch prima di ripartire per le città di mezza Europa. Già, perché gli ospiti erano davvero tanti: il principe Alberto; Beatrice Borromeo, fidanzata di Pierre; Alex Dellal, ex fidanzato di Charlotte, con la nuova compagna, la modella Elisa Sednaoui da cui ha avuto un bambino; Margherita Missoni; Bianca Brandolini dAdda; Eugenie Niarchos; lo stilista Ralph Lauren e Christian Louboutin. Tre grandi assenti: Charlene, la moglie del principe Alberto; la zia di Andrea Stephanie di Monaco, che ha festeggiato il compleanno a Montecarlo con la figlia Pauline; Gad Elmaleh, l’attore con cui Charlotte ha avuto Raphaël, rimasto a Parigi per le ultime repliche del suo spettacolo. C’era, invece, Daphne, il Bulldog francese di Tatiana che aveva già fatto bella mostra di sé a Montecarlo, con una ghirlanda di fiori.