Shia LaBeouf arrestato per ubriachezza

shia_mug

Brutte notizie per i fan dell’attore Shia LaBeouf, che in data 9 ottobre è stato arrestato dalla polizia del Texas, e più precisamente nella cittadina di Austin, per ubriachezza. L’attore ventinovenne è stato messo in manette alle ore 19:30, in un quartiere della città noto per le sue offerte di intrattenimento. A parlarne prima di tutti è stato il magazine TMZ, che racconta di uno Shia barcollante, che attraversava la strada in un tratto in cui era vietato l’attraversamento pedonale. Inutile dire che sebbene possa sembrare una sciocchezza per noi italiani, in America questo viene considerato un reato.

Non appena la polizia ha notato l’accaduto, è intervenuta sul posto per poi trarre in arresto LaBeouf non appena gli agenti si sono resi conto che era ubriaco. Enfant terrible del cinema di Hollywood, la star di Transformers non è nuova a problemi di tipo giudiziario. Nel giugno del 2014 infatti, è stato denunciato per molestie, perché aveva interrotto il procedere di uno spettacolo di Broadway. Non mancano nei suoi trascorsi, anche arresti per aggressione e per violazioni di domicilio. Da qualche mese Shia LaBeouf stava curandosi presso un centro per la riabilitazione dall’alcolismo ma a quanto pare questa non sembra aver avuto gli effetti desiderati.

La giovane vita dell’attore però non conta solo problemi con la giustizia ma soprattutto una formidabile quanto lunga carriera cinematografica, iniziata nel 1998 per portarlo sui set di alcuni dei più famosi film degli ultimi anni. Come Disturbia nel 2007, la saga Transformers, o ancora i due capitoli Nymphomaniac.