Sharon Stone: L’attrice americana si tiene lontana dai bisturi

sharon stone

E’ la passione la vera protagonista della vita di Sharon Stone. Lei, superati gli ‘anta”, continua a sedurre come quando era una giovane donna che muoveva i primi passi a Hollywood. Anzi, forse più di allora. «Ho 55 anni e, come donna, devo ascoltare il mio corpo e capirlo, mantenere il cuore aperto alle nuove esperienze, essere generosa e positiva. È questo il mio modo per restare sexy e in forma alla mia età», confessa la diva guardandoci dritti negli occhi. Qualche ruga d’espressione, anche intorno al suo sorriso: Fattrice lanciata nel 1992 da Basic Instinct si presenta al nostro appuntamento con poco trucco sul viso. Presto, però, potremo ammirarla nel suo massimo splendore in Gigolò per caso, il film di John Turturro con Woody Alien al cinema dal 17 aprile. «Quando si è nell’età di mezzo, come la mia, è necessario darsi un’opportunità per cominciare un’altra vita, avere nuovi amori, nuovi incontri», spiega la Stone. Dopo i matrimoni con Michael Greenburg e con Phil Bronstein, tre bambini adottati (Roan, Quinn e Laird) e una buona collezione di flirt, la star americana ha cominciato a inanellare «nuovi amori», appunto, con ragazzi molto giovani. Nell’ordine: Chase Dreyfous (la metà dei suoi anni), il modello brasiliano Martin Mica (30 di meno), il miliardario Michael Wudyka (solo di 9 più giovane). L’ultimo avvistamento, a diverse feste, è stato a fine 2013 con l’attore Gerard Butler, 44 anni. E anche durante la lavorazione non ancora conclusa di Un ragazzo d ’oro, il nuovo film di Pupi Avati, la Stone ha fatto pensare a un flirt con l’altro protagonista, Riccardo Scamarcio, 34 anni, fidanzato da nove con la collega Valeria Golino. «La mia età può regalare momenti di alta qualità, compreso il sesso», ha confessato lei maliziosa. Sharon, come mai ultimamente preferisce gli uomini più giovani? «Noi donne che abbiamo superato i cinquantanni siamo diventate più consapevoli. In fatto di sesso, non entriamo ad abbuffarci nel primo fast food, ma sappiamo scegliere, come in un ristorante gourmet. Come ho detto, l’importante è mantenere il cuore aperto». Ma come riesce a essere sempre così seducente? «Sono consapevole di quello che voglio fare e so anche con chi lo voglio fare. Non bisogna fermarsi e stare con le mani in mano, né giocare solo a golf. Io mi sento sempre giovane per questo motivo». E come la mette con l’avanzare degli anni? «E necessario saper invecchiare e riconoscere che i cambiamenti, le nuove imperfezioni hanno una loro sensualità. La gente ha paura di cambiare, pensa di perdere qualcosa per strada e non capisce che, invece, sta guadagnando qualcosa di diverso. Può essere un altro modo di essere sexy». Non è sempre facile, però, accettare le rughe… «Si, non sono il massimo e a volte anch’io convivo a fatica con loro. Ma non bisogna temerle così tanto. Certo, le mie palpebre non sono più giovani come un tempo, ma il mio sguardo ha acquistato molte sfumature in più. Ora punto su di loro: possono essere anche più intriganti di quelle che avevo a vent’anni». Giura sempre di non aver mai fatto alcun ritocco? «lo lo vedo: i miei lineamenti stanno cedendo, non ho più le guance piene di un tempo. E non immaginate quanti chirurghi plastici mi abbiano proposto un lifting. Ma io non voglio che i miei lineamenti vengano distorti. Non ho niente contro la chirurgia plastica, però penso sia indispensabile solo per guarire da malattie serie, disagi legati alla salute. Non fa per me. almeno per ora«. E fortunata: la sua pelle, il suo corpo affrontano molto bene il passare del tempo… «Perche ho cura del mio corpo, cerco di non fargli male. Se ho un problema mi fermo e penso a rimuovere o mitigare, con dolcezza, quello che lo mette in difficoltà». Può fare qualche esempio? «Metto in moto, prima di tutto. un atteggiamento mentale. Mi chiedo: “Che cosa v oglio e com’è più facile ottenerlo?“. Voglio dire, io non amo essere grassa e allora non mi lascio andare alle abbuffate. E cerco di non mangiare quello che mi fa male. Certo, devo ascoltarmi ed essere disciplinata. Ma sempre assecondando il corpo. Quindi dormo quando mi sento di dormire, mi nutro di quello che mi piace ma senza esagerare, faccio esercizio fisico quando posso». Non si tratta mai male? «Succede quando, per esempio. ho turni forzati sul set e poi devo correre a casa dai miei tìgli, come fanno tutte le donne al mondo. Sono una mamma che lavora e quindi devo fare molte cose in un giorno. Ma poi cerco un angolo di compensazione. L’importante è fare tutte queste cose senza andare contro noi stesse, ma con passione e con energia». Lei si lascia guidare dalla passione, non soltanto nella vita intima, vero? «C’è anche la passione nel crescere i miei tìgli, per il mio lavoro, c’è la passione politica. Amo chi nella vita sa cambiare, crescere, svilupparsi anche a favore del prossimo. Penso a Hillarv Clinton. una persona affascinante. che ha lavorato per essere migliore e dare il meglio di sé a favore della gente». Anche lei è impegnata politicamente? «Personalmente sono impegnata con il Dalai Lama, vado alle sue conferenze, partecipo ai convegni. Amo il suo modo di cambiare il mondo. senza imposizioni ma con la forza della meditazione». Lei è buddista? «Sì, lo sono, cerco di conoscere bene me stessa per sentirmi ai meglio. Solo in questo modo riesco a essere più disponibile verso gli altri». «A volte faccio visita agli orfani» E anche questo che la spinge nel suo impegno per la lotta contro ¡’Aids? «Sì, lo faccio soprattutto aU’interno delt’amfAR tassociazione americana di lotta contro l’Aids). come avete potuto vedere in molte occasioni pubbliche. Ma. a volte, mi muovo anche in modo più nascosto «. In che modo? «Quando lavoro lontano da casa, e non posso tornare la sera dai miei figli, cerco di fare visita agli orfanotrofi vicini o agii ospedali dove sono ricoverati i bambini in situazioni disperate. Il massimo per me è riuscire a calmare o dare un sollievo ai piccoli quando piangono e si sentono senza speranza. È il mio modo per essere vicina alle persone. per restituire l’amore che sento». Lei si sente amata? «Sì. Lo capisco sui red carpet. Sono molto grata a quella gente che. anche sotto la pioggia, mi applaude e dirmi stra affetto. Ho grande ri spetto per il pubblico. Mi emoziona, è come avere una relazione d’amore con molte persone non con una sola»