Serena Saitta viene accusata di mettersi tra l’attore ed Emma e si difende raccontandoci chi è e perché non cerca visibilità

Serena-Saitta

Sullo scorso numero di Top ci aveva raccontato i retroscena del rapporto speciale vissuto in passato con Marco Bocci . C’è chi l’ha accusata di voler creare problemi alla coppia, altri di in cerca di pubblicità. In realtà , Serena Saitta è una ragazza dal passato diffìcile e ha deciso di confessarci la sua infanzia triste, mentre oggi è alla ricerca dell’uomo giusto con il quale esaudire il suo sogno di diventare mamma. Sei nata a Palermo ma sei perugina d’adozione, visto che vivi nella cittadina umbra da anni… «Non è proprio così e lo racconterò in un libro che ho cominciato a scrivere dopo la mia partecipazione a Uomini e donne. Circa trent’anni fa, io e la mia famiglia ci siamo trasferiti dalla Sicilia a Pavia, la città in cui è nata Maria De Filippi. Appena arrivati, abbiamo subito avuto problemi: non riuscivamo a trovare una casa perché non affittavano le case ai “terroni”. A quel punto, mia mamma, divorziata e con tre bambini piccoli, chiese aiuto al sindaco che ci offrì una casa all’interno di un campo sportivo. Abbiamo vissuto negli spogliatoi e sofferto la fame e il freddo. Per nutrirmi mangiavo delle bacche, perché nessuno voleva dare lavoro alla mia mamma. Ho un ricordo bruttissimo di quegli anni». Hai raccontato la tua storia a Maria? «No, questa storia non la sa neppure la redazione di Uomini e donne e vi spiego il perché: quando uno subisce uno shock di questo tipo, poi tende a dimenticarlo. A me, almeno, è successo questo. Tutto, però, è improvvisamente riemerso nella mia mente nel corso di un’esterna del programma con Luca Moretti. Da quel momento ho ricordato tutto della vita che facevo a Pavia, di quando un mio vicino mi regalò un pony che poco dopo mia madre fu costretta a vender per comprare da mangiare». Hai detto che vorresti diventare mamma a costo di ricorrere all’inseminazione artificiale. Non avrai certo problemi a trovarti un uomo tutto per te, visto che sei corteggiatissima… «Il fatto è che io sono un disastro in amore, scelgo sempre quelli sbagliati. Per non parlare, poi, dei flirt finti che mi hanno attribuito…». Di che tipo? «Nonostante mi si dica sempre “Ma che t’importa, bene o male, l’importante che se ne parli…” e sia consapevole del fatto che molti personaggi siano nati proprio dal gossip, questo potrebbe danneggiarmi sul fronte privato. Se ad esempio un uomo prova interesse nei miei confronti, ma poi va a leggere che sono stata con questo o quello, inevitabilmente mi frequenterà per uscire sui giornali. Non mi vedrà mai come una donna da sposare. E visto che io vorrei tanto nel mio futuro un matrimonio e dei figli, per il momento’ ci rido sopra, ma allo stesso tempo cerco di preservare la mia vita privata. A riguardo, mi viene in mente Manuela Arcuri che tempo fa finiva sui giornali ogni volta con un uomo diverso…Evidentemente, anche questo fa parte del gioco…». E se lanciassi un appello dalle pagine di Top? «Fin da quando ero ragazzina ho una passione autentica per Marco Borriello. Finora ho conosciuto tanti calciatori ma, purtroppo, non lui. Altro che Bocci. Non mi stancherò mai di ripeterlo: io voglio Borriello».