Scarlett Johansson: “Mi vedete una aliena, ma ho problemi di sudore e brufoli”

Altro che aliena… un’alienata! L’attrice Scarlett Johansson ha portato la luce della sua bellezza alla 70esima Mostra del Cinema di Venezia grazie alla convincente performance nel film Under thè skin di Jonathan Glazer, nel quale interpreta una creatura proveniente dallo spazio profondo che seduce gli uomini con il suo irresistibile charme. Sognava un futuro da dermatologa Ma se sul grande schermo la sua carica erotica conquista pubblico e critica, nella vita reale viene offuscata da un disturbo, piccolo e abbastanza comune, che le dà, però, parecchio filo da torcere. Sembra infatti che l’attrice newyorkese nasconda un segreto inconfessabile che le ha messo diverse volte il bastone tra le ruote nel corso della sua scalata verso l’Olimpo hollywoodiano: l’acne. Come una vera e propria adolescente in piena crisi ormonale, la protagonista di film come Match Point (di Woody Alien, del 2005) e La ragazza con l’orecchino di perla (2003) combatte da anni una vera e propria battaglia contro i brufoli che le deturpano il viso a intervalli regolari di tempo, manifestandosi sotto forma di impresentabili eruzioni cutanee. Una vera ossessione per lei, tanto da spingerla in giovane età a pensare di diventare dermatologa per trovare le migliori soluzioni al problema. Un sogno poi sostituito (per fortuna, penseranno i suoi fan) da quello di diventare un’attrice. «Quando si aiuta qualcuno a curare la propria pelle gli si offre una nuova prospettiva di vita», ha j spiegato Scarlett in una recente intervista, «solo chi è stato vittima di una terribile situazione cutanea può capirne il valore effettivo». Per affrontare il problema, negli anni la Johansson si è fatta una cultura nell’ambito della cura della pelle sorbendosi ore di documentari medici, e oggi è in grado di diagnosticare i problemi cutanei con una certa accuratezza. Posti è guarita con la gravidanza «Le infezioni più evidenti sono quelle fungine (da funghi, ndr). Si tratta di solito di infezioni che derivano da scarsa igiene. Per questo pulisco i miei pennelli del make up ogni settimana. La gente non si rende conto di quanta sporcizia e quanti batteri possano accumulare », ha raccontato Fattrice a Elle UK. Ma la Johansson non è la prima star ad avere a che fare con i brufoli. La lista delle vittime illustri di questo disturbo è lunga: dalla cantante pop Katy Perry, sul cui viso sono visibili le piccole cicatrici dell’acne giovanile, a Cameron Diaz, costretta a sottoporsi a trattamenti di micro-abrasione; da Victoria Beckham, “guarita” dalla gravidanza, a Salma Hayek, caduta in depressione. Ma i problemi per Scarlett non finiscono qui. Come lei stessa ha confessato, il suo corpo “alieno” le combina anche un altro scherzo quando si trova in pubblico: soffre infatti di sudorazione nervosa ogni volta che sale su un palco, cammina sul red carpet o lavora sul set. «Non ho il controllo sui miei nervi e comincio a sudare copiosamente. E una strana reazione chimica del corpo. Per fermare il mio diluvio di sudore c’è un solo modo: spararmi!», ha detto. Una soluzione estrema ed evitabile, visto che l’“iperidrosi”, questo il nome tecnico del disturbo dovuto a un alterato funzionamento del sistema nervoso simpatico, può essere tenuto a freno lavorando sul proprio equilibrio psicofìsico. Per una che ha dato il volto alla temibile Vedova Nera (in Iron Man 2, nel 2009) non dovrebbe essere un problema.