Robert Pattinson e Kristen Stewart: La storia più tormentata del cinema

L’attrice più pagata di Hollywood (34 milioni di dollari incassati nel 2011) ha paura di essere uccisa. AtI traverso Facebook e Twitter, infatti, migliaia di teenager la sommergono di minacce, accusandola di avere «tradito con un odioso vecchiaccio» il suo meraviglioso fidanzato, del quale sono tutte innamorate. Lei, la nuova star che guadagna il triplo di Sharon Stone, è Kristen Stewart, 23 anni. Lui è Robert Pattinson, 27: per chi non lo ricordasse, sono gli interpreti della saga vampiresca di Twilight, seguita da milioni di adolescenti in tutto il mondo. L’“odioso vecchiaccio”, il tipo che ha fatto scoppiare il caso e che adesso deve girare con le guardie del corpo, è il regista di Biancaneve e il cacciatore, film da lei interpretato. Si chiama Robert Sanders, ha 41 anni ed è sposato con la modella e attrice Liberty Ross, 33 anni, che gli ha dato due figli e che, vai a capire che succede se ci sono di mezzo i vampiri, quando ha saputo d’essere stata tradita ha chiesto aiuto alla madre della rivale, la signora Jules. Fra tu tte e due sono riuscite a tamponare lo scandalo, rivelandone però gli inquietanti risvolti provocati dalla macchina hollywoodiana del successo. Kristen Stewart racconta: «So di essere stata una stupida». «E so anche che nessuno mi crede se dico che ho tradito Robert per amore. Ma è co sì. Dopo i cinque capitoli della saga di Twilight, ci siamo accorti che la storia dei nostri personaggi aveva finito per coincidere con la vita reale. Come Bella, l’umana che si innamora del vampiro Edward, anche fra me e Robert era nato un legame fortissimo. Tanto che durante le riprese del quarto film, Breaking Dawn parte prima, quando Bella e Edward fanno finalmente sesso e lei rimane incinta, anche noi due avevamo deciso di avere un figlio e di sposarci. Ma ci credete? Non solo negli Stati Uniti, ma anche in Europa, compresa l’Italia, sul Web sono partite le scommesse con tanto di quote fissate dagli specialisti inglesi di Stanleybet». Data nuziale difficile da centrare. E una ragione perché ci fosse incertezza esisteva: sia per il matrimonio di Bella con il vampiro sia per quello dei loro due interpreti, la produzione di Twilight preferiva aspettare il quinto e ultimo episodio della saga, Breaking Dawn parte seconda, che vede la nascita della piccola Renesmee. Una bambina: e quindi, perché correre il rischio, nel caso Robert e Kristen avessero avuto un maschio, di mettere in contrasto finzione e realtà? «È stata soprattutto la regista Katherine Hardwicke», racconta Robert Pattinson, ribattezzato “il nuovo James Dean” da Pierce Brosnan, «a chiederci di rinviare le nozze. Questo ha fatto infuriare Kristen, che prima ha mandato al diavolo la Hardwicke e poi, vedendo che io esitavo, ha accettato di uscire con l’odioso vecchiaccio. Lei dice che voleva soltanto “punire la mia indecisione”; tanto più che con Robert Sanders “sesso vero e proprio” non ne ha fatto. Ma a questo punto il sangue è montato alla testa anche a me, che da tempo ero tormentato dalla gelosia». Anche se non lo dice, Robert non aveva mai digerito che lei, dopo essersi fatta notare a 12 anni recitando con Jodie Foster in Panic Room, a 16 avesse folgorato Sean Penn che l’aveva scelta per il suo Into the Wild, nelle terre selvagge. E poi Kristen tra il 2007 e il 2008 aveva fatto girare la testa a mostri sacri come William Hurt in Yellow Handkerchief e Bruce Willis in Disastro a Hollywood. Quando scoppia lo scandalo e mamma Jules interviene per far rientrare la figlia nei ranghi, Robert Pattinson non ci sta. Anche se è romantico al punto che l’infedeltà di Kristen gli strappa qualche lacrima, decide di vendicarsi. E non ha che da scegliere tra le decine di aspiranti. Quella che ha la meglio è Riley Keough, la nipote del mitico Elvis Presley, e infatti del suo flirt con “il nuovo James Dean” si parlerà per mesi. “Il Vampiro conquista la discendente del Mito”, titola l’edizione americana di OK!. Anche People dà la notizia e a questo punto Kristen compie la marcia indietro, senza però impedire a due giovani mostri di Hollywood, James Franco e Michael Pitt, di corteggiarla in maniera spettacolare, con fiori, ma anche anelli (respinti) con seguito di automobili scoperte (idem). E Pattinson che fa? Angelina Jolie lo colpisce con una gelida dichiarazione: «Che volete che faccia? Niente, perché quella con Kristen Stewart è una coppia fasulla, nata a tavolino. Lasciate che il quinto film della saga di Twilight abbia fatto il suo dovere incassando in tutto il mondo, e vedrete che il Vampiro e la sua Bella non si guarderanno più». La diagnosi della compagna di Brad Pitt è suggestiva, ma sbagliata. Sapete quando lo capiscono i costernati patiti di Kristen e Robert? Quando lei, anziché con l’abito lungo a spacco voluto della regista Hardwicke, si presenta a una serata di gala indossando jeans troppo lunghi, felpa troppo larga e cappellino di misura maxi. «Roba del mio amore», annuncia a sorpresa, «cose del mio Robert che ancora una volta supplico di perdonarmi» A Hollywood adesso dicono che la coppia d’oro, archiviato lo scandalo, è avviata alle nozze. In realtà, prima ci sono un paio di cose da sapere su Robert il Vampiro. «Quando avevo 12 anni», ha raccontato lui stesso, «le mie due sorelle maggiori mi vestivano da bambina e mi chiamavano Claudia. Poi, in uno dei miei primi film, ho interpretato Salvador Dalì innamorato di Garcia Lorca. Certo, un attore deve saper fare di tutto; ma la mia strada l’ho trovata solo nel 2005, quando mi stavo affermando come indossatore e invece Mike Newell mi ha scelto per ruolo di Cedric Diggory in Harry Potter e il calice di fuoco. Nel 2007 sono apparso per la seconda volta nella saga del maghetto; poi Kristen Stewart, senza dirmelo, mi ha segnalato alla Hardwicke per la parte del vampiro. C’era un provino da superare: un lungo e appassionato bacio con Kristen. Io avevo 21 anni, lei 17. Il bacio andò molto bene… La Hardwicke mi scritturò, ma prima mi fece firmare un foglio in cui mi impegnavo a baciare Kristen solo sul set, evitando qualsiasi sviluppo nella vita reale. “Lei è minorenne”, mi disse la regista, “giura sulla Bibbia che la rispetterai”. Io giurai». Li altra cosa da sapere è una novità. i “Rpatz” e “Kstew”, come vengono chiamati, sono in predicato di interpretare la trasposizione cinematografica del best seller eroticissimo 50 sfumatur di grigio. Tre film in cui Robert dovrebbe essere Christian Grey e Kristen dare volto a Anastasia Steele. E altro che i baci di Edward e Bella! I due, diventando gli interpreti della love story più audace di Hollywood, potrebbero sposarsi per davvero e avere il figlio che Kristen desidera da tempo. Nell’attesa hanno adottato la cagnolina Bernie per dare una compagna a Bear, il bastardino che hanno preso tre anni fa.