Rita Dalla Chiesa confessa: “Si da 4 anni vivo una bella storia d’amore”

Tocca ammettere che i paparazzi, quando vogliono lavorare sullo stereotipo “vip che fa shopping”, beccano il famoso di turno più spesso alle prese con borse e scarpe che con libri, questi sconosciuti. Non nel caso di Rita Dalla Chiesa, che nei nostri scatti vediamo, invece, far incetta proprio in libreria, accompagnata dalla figlia Giulia, avuta dal primo marito Roberto Cirese. «Sono sempre stata l’incubo delle persone che hanno vissuto con me, perché riempio la mia casa di libri e dischi!», scherza Rita. «Non so stare senza leggere e questa volta, tra gli altri, ho voluto comprare il libro Dietro i candelabri, dopo aver visto il film con Michael Douglas, che ho trovato bellissimo. Che incredibile storia d’amore quella tra il pianista Liberace e il suo giovane fidanzato!». i attivissima sui social network Sempre sul pezzo, Rita da un po’ di tempo ha debuttato sui social network e le arrivano messaggi come questo: «Sei il risultato di tutte le tue esperienze, gioie, dolori. Hai imparato a lottare, hai perso, hai vinto, hai creduto, hai amato, hai sperato, hai pregato. Non cambiare nulla di quello che è stato il tuo percorso perché questo ti ha permesso di diventare una donna nuova, diversa, libera». Parole che confermano, semmai ce ne fosse ancora bisogno, quanto il suo pubblico le voglia bene Tocca ammettere che i paparazzi, quando vogliono lavorare sullo stereotipo “vip che fa shopping”, beccano il famoso di turno più spesso alle prese con borse e scarpe che con libri, questi sconosciuti. Non nel caso di Rita Dalla Chiesa, che nei nostri scatti vediamo, invece, far incetta proprio in libreria, accompagnata dalla figlia Giulia, avuta dal primo marito Roberto Cirese. «Sono sempre stata l’incubo delle persone che hanno vissuto con me, perché riempio la mia casa di libri e dischi!», scherza Rita. «Non so stare senza leggere e questa volta, tra gli altri, ho voluto comprare il libro Dietro i candelabri, dopo aver visto il film con Michael Douglas, che ho trovato bellissimo. Che incredibile storia d’amore quella tra il pianista Liberace e il suo giovane fidanzato!». i attivissima sui social network Sempre sul pezzo, Rita da un po’ di tempo ha debuttato sui social network e le arrivano messaggi come questo: «Sei il risultato di tutte le tue esperienze, gioie, dolori. Hai imparato a lottare, hai perso, hai vinto, hai creduto, hai amato, hai sperato, hai pregato. Non cambiare nulla di quello che è stato il tuo percorso perché questo ti ha permesso di diventare una donna nuova, diversa, libera». Parole che confermano, semmai ce ne fosse ancora bisogno, quanto il suo pubblico le voglia beneTocca ammettere che i paparazzi, quando vogliono lavorare sullo stereotipo “vip che fa shopping”, beccano il famoso di turno più spesso alle prese con borse e scarpe che con libri, questi sconosciuti. Non nel caso di Rita Dalla Chiesa, che nei nostri scatti vediamo, invece, far incetta proprio in libreria, accompagnata dalla figlia Giulia, avuta dal primo marito Roberto Cirese. «Sono sempre stata l’incubo delle persone che hanno vissuto con me, perché riempio la mia casa di libri e dischi!», scherza Rita. «Non so stare senza leggere e questa volta, tra gli altri, ho voluto comprare il libro Dietro i candelabri, dopo aver visto il film con Michael Douglas, che ho trovato bellissimo. Che incredibile storia d’amore quella tra il pianista Liberace e il suo giovane fidanzato!». i attivissima sui social network Sempre sul pezzo, Rita da un po’ di tempo ha debuttato sui social network e le arrivano messaggi come questo: «Sei il risultato di tutte le tue esperienze, gioie, dolori. Hai imparato a lottare, hai perso, hai vinto, hai creduto, hai amato, hai sperato, hai pregato. Non cambiare nulla di quello che è stato il tuo percorso perché questo ti ha permesso di diventare una donna nuova, diversa, libera». Parole che confermano, semmai ce ne fosse ancora bisogno, quanto il suo pubblico le voglia benee la consideri una di famiglia. La incoraggiano sapendola “disoccupata”: La7, dopo averla fortissimamente voluta e strappata a Mediaset, non ha fatto partire il programma che aveva previsto per lei. La Dalla Chiesa, però, è troppo intelligente per non sapere che di questi tempi c’è di peggio che essere pagate per… non lavorare. «Sento spesso Cristina Parodi» Come trascorre le proprie giornate una donna che era abituata a lavorare in un programma quotidiano e impegnativo come Fonimi «Sto con gli amici, con mia figlia, con il mio nipotino Lo renzo (di 6 anni, ndr), che mi sorprende ogni giorno con la sua vivacità intellettuale. Ha una mente matematica e scientifica, a differenza mìa. Ed è un piccolo lettore anche lui, visto che l’ho sempre portato con me in libreria, fin da quando non sapeva ancora leggere e sceglieva i volumi, ma osservava solo le figure». I tuoi colleghi si sono fatti sentire in questo periodo? «Alcuni sì, altri no, e da questi ultimi vi dirò che me lo aspettava… Mi è sempre vicina Cristina Parodi, un’amica». Ti piace il suo programma? «Mi aspettavo che Così lontani così vicini avesse successo, perché Cristina è una gran signora e Albano un vero trascinatore di folle!». Mamma e nonna, va bene. Ma il cuore batte anche per qualcun altro? «Sì. Questo momento di pausa dal mio lavoro mi permette di coltivare una cosa molto bella con la dovuta attenzione e dedicarle un tempo che, in caso contrario, non avrei potuto avere». Dunque sei innamorata? «Sì, molto. Da quattro mesi. Ed essendo una storia a distanza, se fossi stata impegnata ogni giorno in uno studio televisivo avrei avuto qualche problema in più…». A distanza? Non sarà mica un ritorno di fiamma con Pex fidanzato greco Akis Panakis? «No! A distanza perché lui non vive a Roma. Non voglio dire di più e non per fare la misteriosa, vi giuro. Solo che lui è un uomo che non c’entra con il mio mondo».