Raoul Bova torna in ospedale, ma il ricoverò è un mistero

Un solo fatto è certo: I è stato ricoverato d’urgenza a causa di una febbre molto alta e misteriosa. Per il resto, si sa pochissimo sulle cause del malessere che ha colpito Raoul Bova. Forse, si tratta di una complicazione legata a una recente operazione per appendicite. Però il suo portavoce, Marcello Rascelli, ha dettato una smentita ufficiale: «Raoul non è stato sottoposto ad alcun intervento chirurgico». All’inizio, aveva negato anche che fosse finito in ospedale. Intanto, continua a circolare l’ipotesi di un collegamento tra il ricovero e l’operazione che l’attore romano ha subito due mesi fa, in Spagna. Insomma, forse la malasanità colpisce davvero tutti, anche i vip. Tante ipotesi, nessuna certezza Il tam tam sul web ha contribuito ad alimentare le idee più disparate sulle sue condizioni fisiche, fin da quando la notizia del suo malore, pubblicata sul Corriere.it, aveva cominciato a diffondersi. Inizialmente, Bova era stato definito “grave”. Però lo stesso Rascelli era intervenuto, per correggere il tiro: «La scorsa settimana ha avuto febbre alta per alcuni giorni. Per prudenza, essendo stato sottoposto ad appendicectomia, si è ritenuto opportuno ricorrere ad accertamenti, con un breve ricovero, che hanno dato un esito negativo». Parole chiare affidate alle agenzie. Che non hanno ancora convinto del tutto. E anche i familiari non aprono bocca. Da dove ha avuto origine quella febbre che, secondo le testimonianze, non dava tregua a Bova da alcuni giorni? Era la conseguenza di quell’operazione in Spagna? I più pessimisti ipotizzavano addirittura un frammento di garza dimenticato nell’addome! «Non c’è relazione tra il malore attuale e il precedente intervento, che è stato eseguito correttamente », si è affrettato a precisare il portavoce. Eppure molti dubbi restano, perché la temperatura che si alza molto è sempre sintomo di qualche cosa che non va. Insomma quel malessere deve avere una causa. E stato curato con gli antibiotici Per adesso, comunque, tutto sembra risolto. «La sintomatologia è regredita completamente dopo la terapia antibiotica», fa sapere ancora il suo entourage. L’attore romano è impegnato proprio in queste settimane nel film Indovina chi viene a Natale?, con colleghi come Diego Abatantuono, Claudio Bisio, Cristiana Capotondi e Claudia Cerini. Continuerà le riprese sul set aperto tra Roma e lo Stelvio? Oppure, se avvertirà altri sintomi, sarà più cauto e si fermerà?