Raoul Bova: Papà separato, ora è solo senza moglie e figli

Ora ha una nuova compagna, Rocío Muñoz Morales, e con la moglie Chiara Giordano è ormai calato il gelo. I suoi bambini, Alessandro Leon e Francesco, non vivono più con lui, ma l’attore – che si sta separando – è sempre un padre presente: li porta al cinema, li stringe a sé, con loro si mostra sempre sorridente. Tutte le immagini e i retroscena. Non poter vedere lo sguardo un po’ pesto ma ancora sognante dei tuoi figli quando, la mattina, dal letto barcollano verso il tavolo della colazione. Non avere la possibilità di augurargli la buonanotte e, invece, doversi accontentare di trascorrere con loro solo qualche pomeriggio a settimana. È la condizione, sofferta, di tanti papà separati. E lo adesso, anche di Raoul Bova che, dopo 16 anni d’amore e 13 di matrimonio, non divide più lo stesso tetto con la moglie, Chiara Giordano, da cui ha avuto Alessandro Leon e Francesco. Ora Bova ha un’altra casa e una nuova compagna, l’attrice spagnola Rocío Muñoz Morales, conosciuta sul set greco del film Immaturi 2-11 viaggio (2011) di Paolo Genovese. Davanti all’attore si sono spalancate le porte di una nuova vita, in cui i figli sono molto presenti. In queste immagini esclusive, che solo “Diva e dorma” può mostrarvi, Bova è proprio con Alessandro Leon e Francesco. Li ha portati al cinema, insieme con alcuni piccoli amici, ad assistere all’ultimo film di cui è protagonista, Indovina chi viene a Natale? di Fausto Brizzi. Dopo aver assistito allo spettacolo, Bova e i suoi figli camminano ridendo per le strade del centro di Roma: tre uomini complici, con il figlio maggiore, che ormai guarda negli occhi suo padre, tanto è alto e che per abbracciarlo deve chinarsi un po’. Poco distante, la Giordano attende i figli in auto. Esce dall’abitacolo e va loro incontro quando li vede arrivare da lontano in compagnia del papà. Tra Bova e la ex moglie, non c’è alcun gioco di sguardi. Poi Alessandro Leon e Francesco si avvicinano alla mamma, parlano, ridono, la abbracciano. Bova si allontana, uno sguardo allo smartphone e uno ai suoi bambini. Resta solo e i suoi sentimenti – un velo di tristezza, forse, per non poter più condividere attimi di vita con la sua famiglia – sono quelli di tanti uomini e padri a cui la vita ha riservato una svolta improvvisa. Bova ha due certezze: Rocío, che sarà spesso impegnata sul set, e il lavoro. Presto lo vedremo con Vanessa Incontrada su Canale 5 nel film per la tv Angeli.

Raoul Bova ci fa sapere Ci scrive l’avvocato Roberto Minutino Turtur, a nome e per conto di Raoul Bova: «In riferimento agli articoli pubblicati sui n. 43 e 49 2013 di “Diva e donna”, ove sono riportate diverse frasi virgolettate, tra cui la seguente: “Vivo una storia serena con questa ragazza, ma non deve essere il capro espiatorio per la fine del mio matrimonio”, da voi attribuite al signor Bova, preciso che queste frasi, per quanto dal mio assistito riferito, mai da lui sono state pronunciate a chicchessia». Precisiamo che mai, in alcun punto dei due articoli citati, abbiamo scritto che Raoul Bova avesse reso a “Diva e donna” tali dichiarazioni; le stesse sono state infatti pubblicate da altro settimanale e ampiamente rilanciate nei giorni precedenti alla nostra pubblicazione sulla stampa e sui siti internet italiani. Prendiamo atto quindi che Raoul Bova, secondo quanto dichiarato dal suo avvocato, non le ha mai “pronunciate a chicchessia”.