Raoul Bova: L’ex suocera lo attacca in una lettera

raoul-bova1

Per alcuni è solo immaginaria, per altri è fin troppo reale. La lettera scritta da Annamaria Bernardini De Pace sulle pagine de il Giornale, in cui una suocera si scaglia con veemen­ za contro il proprio genero, reo di aver tradito la moglie e slasciato la famiglia, formalmente è un parto di fantasia, ma si presta molto bene a essere letto co­ me un attacco veemente a Raoul Bova. Lattore, 43 anni, ha dato il via nel 2013 a una sofferta e clamorosa sepa­ razione dalla moglie Chiara Giorda­ no, 41, condita da rancorose dichiara­ zioni pubbliche dei coniugi. La Ber­ nardini De Pace, 66, mamma di Chia­ra e nolo avvocato divorzista, all’epo­ ca definì Raoul “indifendibile”. E rin­ carò la dose con queste parole, pub­ blicate da un settimanale e poi smen­ tite dall’interessata: «È un traditore. Nella mia carriera di avvocato ne ho viste tante. Ho visto molti uomini tra­ dire la fiducia delle proprie mogli. Eb­ raoul-bova1bene, Raoul è uno di questi». Adesso Annamaria firma questa lettera pubblica, che comincia così: “Caro ge­nero, mi sai indicare il momento in cui da genero devoto sei diventato degene­ro?”. E continua: “Quando hai comincia­ to a snocciolare bugie, a trascurare la famiglia, a lamentarti di ogni cosa, a fin­ gere una crisi esistenziale?”.

Bova ha rac­contato di recente il suo anno orribile appena trascorso, dicendo che Dio lo ha aiutato a uscire dai giorni bui. Più oltre la lettera prosegue con un monito: “Se ti fossi lermatoapensare.primndi toglierli i pantaloni, forse li saresti rivestito”. E nomina “una tipa dalla quale sei stalo soggiogato in modo indecente”, frase che potrebbe riferirsi all’attrice spagnola Rocío Muñoz Morales, 26, nuova compa­ gna di Bova. Nella lettera l’agire del ge­ nero attira solo insulti (“vigliacco, op­portunista, sleale, bugiardo”) e lui viene liquidato così: “La tua forza, anche ses­suale, dura per il tempo di uno spot. Sei un uomoa breve lerminedi conservazio­ne. Scaduto”. La Bernardini De Pace nega qualsiasi attacco a Bova. «È pura finzione lette­ raria, non avrei mai poluto parlare di cose personali», dice. Però nella lettera lo scagliarsi della suocera contro il ge­nero è descritto con molta partecipa­zione. Una finzione ben riuscita, in­ somma. Forse Annamaria ha accolto la separazione della figlia peggio di Chia­ra stessa, che pochi giorni fa è stata fotografala in bikini a Miami, in va­ canza, serena e in ottima forma.