Raimondo Todaro: “Dopo il trionfo in tv, spero di vincere anche un nuovo amore”

raimondo-todaro1-620x350

Luigi Miliucci Roma – Dicembre La sua avventura a Ballando con le stelle si è chiusa con la sua vittoria. Elisa Di Francisca è abituata a salire sul gradino più alto del podio, ma stavolta la soddisfazione è stata maggiore, visto che le sue prodezze si sono svolte in pista, e non, come di consueto, sulla pedana da scherma. L’atleta marchigiana ci racconta le emozioni che le ha regalato questa esperienza, confidandoci uno speciale desiderio che spera possa concretizzarsi nel 2014. Com’è stato vincere? «E stato come ricevere un’improwisa secchiata d’acqua addosso. Ci speravo e, guardandomi attorno, mi ero resa conto che avevo la possibilità di arrivare in finale, ma mai mi sarei i aspettata di vincere. Quando ho t visto che la percentuale dei voti era favorevole a me e Raimondo ero incredula e sorpresa. E credo , che anche il pubblico a casa abbia percepito il mio stupore». «Credevo vincesse Amaurys Perez» Credevi che avrebbe vinto Amaurys Perez: perché? «Se lo meritava anche lui: è un uomo straordinario e genuino, Mi ha reso felice vedere che gli italiani hanno voluto due sportivi al rush finale. Amaurys è un ragazzone bello e con una montagna di muscoli, è innamorato follemente di sua moglie e della ! sua famiglia. Insomma, aveva tutte le carte per poter vincere». Da sportiva hai conquistato tante medaglie, ma questa ha forse un sapore diverso? «Certo, perché la vittoria è arrivata in una disciplina differente da quella a cui ho dedicato la mia vita. Me la sono sudata ancora di più! Penso alla fatica mentale per memorizzare i passi e le coreografìe. Siamo arrivati alla finalissima con dodici balli nel cassetto e già solo per questo motivo tutti i concorrenti avrebbero meritato un premio». Questa, per il tuo insegnante Raimondo Todaro, è la quarta vittoria a Ballando. Nessuno ha fatto meglio di lui e formate una coppia da record… «Lui è stato eccezionale. Si è creato un rapporto di amicizia e sono certa che continueremo a sentirci in futuro. C’è stata grande sintonia, estrema franchezza e tante risate. Ci siamo sempre detti tutto in faccia, dimostrando che a Ballando nascono tanti ! amori, ma anche grandi e autentiche amicizie». «Todaro? Esigente e divertente» Che insegnante è stato? «Ci siamo capiti subito perché siamo simili caratterialmente. Se qualcosa non ci va a genio non riusciamo a fìngere. E stato esigente e divertente. Quando m’insegnava una coreografìa e faceva i passi della donna mi faceva ridere, perché era bravissimo anche in quelle vesti». Com’è stato lavorare con Milly Cariucci? «E una donna che ammiro e, forse per il fatto che anche lei viene dallo sport, ci siamo subito capite. E una professionista instancabile, attenta a ogni dettaglio: dalle coreografìe, ai costumi, al trucco. Tiene molto a questo programma e anche con tutti noi ha avuto un modo di fare gentile e protettivo». Un altro tuo primato è stato mettere d’accordo anche la severissima giuria di Ballando, che ha sempre avuto parole di ammirazione per te. «Con me sono stati sempre molto carini e mi hanno fatto complimenti per i miei progressi in pista. Anche la presidentessa di giuria, Carolyn Smith, cono- m sciuta per la sua severità, è stata f nei miei riguardi dolce e davvero sensibile». «Faremo una festa anche a Jesi» In famiglia come hanno festeggiato questo tuo trionfo? «Li ho voluti con me in studio per la finale: mamma, babbo, , mia sorella e mio fratello. Hanno fatto sacrifici per esserci, visto che mio fratello si allena sempre e fa scherma e mia sorella ha una bimba. Ma non sono voluti mancare e io ero felicissima. Erano emozionati e disorientati per la vittoria: chi piangeva, chi esultava e chi, come mia sorella, aveva talmente somatizzato la tensione, da avere una sensazione di nausea. Naturalmente, prima di Natale, faremo una grande i festa anche nella mia Jesi». Quali sono i tuoi desideri in vista del nuovo anno? «Chiudo il 2013 con un nuovo traguardo tagliato con grande gioia e soddisfazione. Ci sono sempre nuovi obiettivi da tentare di raggiungere. Sono una che non si ferma mai e sono già , tornata ad allenarmi. Mi sono gettata a capofitto nella scherma. Spero che il nuovo anno mi regali un’ottima stagione schermistica e mi auguro anche di avere la fortuna di accogliere un nuovo amore. A Ballando, da questo punto di vista, mi è andata male: erano tutti impegnatissimi (ride, ndr)\».