Prestiti senza reddito: la guida per ottenerli

I prestiti senza reddito dimostrabile sono una forma di finanziamento che non necessitano di una retribuzione per l’ottenimento e si differenziano dai prestiti senza busta paga che  invece hanno bisogno di un’entrata fissa da esibire all’Istituto bancario.

I prestiti senza reddito dimostrabile sono un tipo di finanziamento che permette di ricevere un capitale per sostenere delle spese senza essere obbligati ad esibire particolari garanzie e che si possono ottenere anche senza avere un reddito e quindi una busta paga.

Differenza tra prestiti senza reddito e prestiti senza busta paga

Prestito senza reddito e prestito senza busta paga sono però due diverse tipologie di prestito.

Il prestito senza reddito dimostrabile prevede l’erogazione di un capitale in denaro anche ai soggetti senza alcuna tipologia di reddito o un’entrata dimostrabile, mentre i prestiti senza busta paga prevedono l’erogazione di una somma di denaro a soggetti che hanno una retribuzione, un’entrata fissa, ma che non possono produrre documenti per dimostrarlo.

Prestiti senza reddito: come ottenerli

Senza busta paga significa proprio che il soggetto ha una retribuzione ma non è possibile certificarla.

Per ottenere questo tipo di prestito basta avere una piccola somma di denaro costante accreditata sul conto corrente come compenso per un lavoro part-time, o un lavoro qualsiasi.

Per ottenere un prestito personale senza busta  paga è necessario esibire una particolare documentazione e garanzie che nello specifico sono:

  • versamenti costanti sul conto corrente, avere un cointestatario
  • del conto corrente con un contratto di lavoro stabile o una busta
  • paga, avere un bene immobile sul quale sottoscrivere un’ipoteca,

avere un canone di affitto che costituisce un’entrata fissa per il soggetto richiedente il prestito, avere un garante o un fideiussore.

  • Il prestito senza reddito dimostrabile è un finanziamento a tutti gli
  • Questa tipologia di prestito personale non necessita di produrre una
  • documentazione nella quale si specifica la destinazione della
  • somma da utilizzare: il capitale erogabile non è molto, ma lo si può
  • ottenere con una certa facilità.

Prestiti senza reddito: vantaggi e svantaggi

Il grande svantaggio del prestito personale senza reddito dimostrabile è l’elevato tasso di interesse, ciò avviene perché l’Istituto bancario, deve tutelarsi da un rischio maggiore di insolvenza rispetto a un soggetto con una busta paga o con contratti a tempo determinato. In media il tasso di interesse di un prestito personale senza reddito è del 14% ma questo è un valore variabile ed indicativo che si differenzia nell’importo della rata e nella durata del piano di ammortamento ma anche dei singoli Istituti di credito.