Prestiti senza busta paga a protestati

image description

I protestati, così come i cattivi pagatori, non sempre riescono ad ottenere un finanziamento in quanto, a causa delle loro problematiche avvenute in passato con altri debiti. Vediamo insieme come è possibile affrontare questo problema e quali sono le garanzie che un istituto di credito richiede in presenza di problemi di questo tipo.

Riuscire ad ottenere un prestito al giorno d’oggi, alla luce dell’odierna situazione di precariato che ha travolto il mondo del lavoro, non è affare semplicissimo. Se a questo aggiungiamo anche l’assenza di busta paga, perché, ad esempio, lavoratori in nero, la situazione non tende certo a migliorare!

Se per di più, infine, rientriamo anche nella categoria dei protestati, le possibilità di ottenere un finanziamento si riducono ulteriormente e la speranza di avere in prestito la somma desiderata con esse. Questo dipende dal fatto che l’istituto finanziario che dovrebbe concederci il prestito non ha le garanzie che può dargli invece un lavoratore, assunto magari anche a tempo indeterminato. Inoltre, la nostra inaffidabilità finanziaria, resa pubblica dal precedente protesto, complica ulteriormente le cose. Fortunatamente non tutte le speranze sono perdute: esistono infatti degli istituti finanziari che, a fronte di alcune garanzie, prendono in considerazione la possibilità di concederci la cifra che ci serve.

Ma, nello specifico, quali sono queste garanzie? Se possediamo un immobile, l’ipoteca sullo stesso, potrebbe essere una possibile strada verso l’ottenimento del prestito. Altre possibilità sono rappresentate dall’entrata fissa di un canone d’affitto oppure dalla fideiussione di un garante. Nel primo caso ovviamente l’entrata dev’essere documentata: il relativo contratto registrato e stipulato tra le parti o l’accredito del canone d’affitto sul conto corrente potrebbero essere una possibile prova della veridicità dell’entrata suddetta. Nel secondo caso necessitiamo di una persona che si fidi di noi e che sia disposta a garantire personalmente per noi.

Se riusciamo a fornire una delle garanzie prese in considerazione, il finanziamento dei nostri desideri può diventare realtà! Dobbiamo solo trovare quale istituto finanziario sia disposto a farci credito. Recandoci di persona in una delle sedi scelte o con pochi click ed una serie di preventivi ad hoc, possiamo anche sperare di riuscire ad avere la somma della quale necessitiamo in tempi relativamente brevi.

Per chi concretamente è alla ricerca dei prestiti senza busta paga e risulta essere protestato, possiamo ricordare che è possibile utilizzare anche i prestiti cambializzati. Questa forma di finanziamento può dare la possibilità anche ai cattivi pagatori, nonché anche ai protestati, di poter avere accesso ad una linea di credito. E non parliamo solo di piccoli prestiti, ma anche di finanziamenti di importante entità. Basterà, per esempio, ipotecare la propria abitazione, qualora se ne disponesse della proprietà di una, ed ottenere un finanziamento il cui importo massimo sarà proporzionato alla valutazione che un perito effettuerà sulla casa ipotecata.

Il protestato che dispone di una busta paga avrà sicuramente meno problemi nell’ottenere un prestito personale in quanto potrà accedere ad una linea di credito anche tramite la cessione del quinto dello stipendio. Anche il pensionato protestato potrà accedervi ma a quel punto si parlerà di cessione del quinto della pensione.