Playboy dice stop alle donne nude

quadplayboy_story1

Rivelazione shock quella che arriva da Los Angeles, e più precisamente dai piani alti della più famosa rivista dedicata ai soli uomini. Stiamo parlando di Playboy, il magazine che ha infiammato generazioni di uomini mostrando fotografie di infinite bellezze di ieri e di oggi. La forza del magazine puntava esattamente sulle nudità, così come sull’erotismo, ma adesso tutto ciò sembra appartenere al passato. la rivista nata nel 1953 con un primo numero che presentava Marilyn Monroe in copertina, ha annunciato di voler cambiare registro, per non pubblicare mai più foto di nudo.

Lo annuncia il direttore Scott Fiandre in persona che, al New York Times, rivela che tale decisione è frutto di una lunga chiacchierata con il capo-fondatore Hugh Hefner. Secondo quanto dichiarato, Playboy Magazine starebbe vivendo una crisi senza precedenti, dovuta all’avvento di internet e alla pirateria pornografica. Se in passato il magazine ha registrato fino a 5,6 milioni in un anno, adesso non raggiunge nemmeno il milione e le cifre sembrano destinate a scendere ancora di più. Playboy quindi adesso diverrà una rivista erotica nella quale troveremo soltanto fotografie di belle ragazze in pose sexy ma mai completamente svestite.

In questo modo, spiega Scott Fiandre, l’azienda editoriale tenta di porre degli argini ai costi di produzione ma anche di interessare una nuova fascia di pubblico distante dalla pornografia. Come già detto, Playboy nacque del 1953 a Chicago, grazie a Hugh Hefner che, in pochi anni, ne fece diventare un colosso editoriale, distribuito in tutto il mondo in diverse lingue. Il suo semplice marchio, ovvero una testa di coniglio con farfallino da smoking, è oggi icona riconosciuta a livello planetario.