Pellegrini-Magnini: “Ora il nostro è vero amore”

Cattura

Che cosa centriamo io e Federica con la parola equilibrio?», scherza Filippo Magnini prima di scoppiare a ridere. E stavolta è la risata di un uomo felice, anche perché accanto a lui c’è proprio lei, la Pellegrini e, in+ via del tutto eccezionale, si prestano a un’intervista insieme. Se l’anno scorso la loro storia d’amore è stata un tira e molla infinito, il 2014 è l’anno della perfetta simmetria. Così, il comunicato ufficiale del loro addio, è qualcosa di lontanissimo nel tempo e nel cuore dei due campioni del nuoto. «E vero, io e Filippo stiamo vivendo un bel momento», conferma una Pellegrini in stato di grazia. «Stiamo bene, ci divertiamo e ci aiutiamo a vicenda, sia nelreggere la fatica degli allenamenti, sia nella tensione delle gare», conferma raggiante un Magnini in grande forma. Per rendersi conto dell’idillio, basta guardare le foto e i video che entrambi postano su Twittere Instagram: sullo sfondo delle piscine in cui si allenano e vincono medaglia dopo medaglia (i rispettivi palmares sono elenchi alti come la Pagine Gialle) si svolge il film della loro vita di ragazzi innamorati, celebri in ogni angolo del mondo eppure uguali in tutto e per tutto ai comuni mortali alle prese con Cupido. Scaramucce comprese. Latino scorso è stato un anno difficile, sentimentalmente parlando. Da tempo, invece, sfoggiate un sorriso da orecchio a orecchio. Che cosa è cambiato, come siete riusciti a ricostruire un’armonia? Federica: «Non so bene cosa sia successo tra noi ma qualcosa è cambiato. Forse abbiamo fatto uno sforzo per crescere insieme e abbiamo cercato di capire cosa desideravamo dalla nostra vita, da quella individuale e da quella di coppia. Siamo maturati insieme io e Filippo, e abbiamo imparato a mediare». Filippo: «Per tornare sui propri passi serve maturità e intelligenza. E non bisogna aver paura di mettere da parte l’orgoglio. Si può litigare, si può dormire uno sul divano e l’altro nel letto, ci può anche lasciare ma se c’è un sentimento forte, viene naturale impegnarsi per sistemare le cose. Le crisi capitano a tutti, bisogna affrontarle, non arrendersi». Entrambi avete parlato delle prossime Olimpiadi, a Rio, nel 2016, come il traguardo finale della vostra strepitosa carriera. Dopo quella data davvero lascere- te il nuoto? Anche lei Federica, anche se ha sei anni meno di Filippo? FP: «Sì, lascerò il nuoto. Avrò 28 anni e per me sarà la quarta Olimpiade, posso serenamente dire che si concluderà un ciclo della mia vita. Sento la curiosità e il desiderio di cominciare una nuova fase della mia esistenza, anche se non so ancora cosa farò. Di certo mi prenderò un anno tutto per me, sparirò». FM: «Io non ho progetti precisi. Rio per me è un traguardo impegnativo e difficile, allora avrò 34 anni. Già agli ultimi Europei ero il più vecchio, non vorrei diventare il più vecchio del mondo. Vedremo come mi sento e cosa riesco a fere nel frattempo anche se ora sono in forma: ai Campionati italiani ho di nuovo fatto i 200 metri in 1 minuto e 47 secondi, come 5 anni fa e agli Europei ho vinto il bronzo. Di certo anch’io mi prenderò un anno di riposo. Vorrei continuare il mio impegno con la campagna 1 am doping free perché mi permette di incontrare i ragazzi e le loro famiglie e fare qualcosa di concreto per prevenire il doping».

Pagine: 1 2