Paola Perego: La conduttrice torna in tv, e svela il suo lato segreto

home page By on 17 agosto 2013
PaolaPerego_06

http://www.amoreplast.it/?dissertation-help-service-quality-hospitality-industry Torna in video con La vita in diretta, tutti i pomeriggi su Rai 1, e sarà un appuntamento più gioioso, storie di una bella Italia tra cronaca e attualità. Paola Perego, professionista della tv con fama di stakanovista, è pronta. Ancora più bella senza un filo di trucco. E noi, considerata la stagione che incoraggia Eros e libertà, abbiamo giocato con il suo lato più intimo. Risultato? Cinquanta sfumature di Paola in versione domestica. E molto altro. Paola, cos’è la trasgressione? «Tutto ciò che esula dalla normalità, ripetitività e quotidianità. Ognuno ha il proprio modo di trasgredire». Il suo nella coppia? «Dopo 17 anni con Lucio (Presta, che è anche suo manager, sposato nel 2011, ndr), ancora ci ritagliamo fughe passionali. Avendo quattro figli, due io e due lui, tante volte siamo scappati di casa in cerca di privacy. “Andiamo a Milano per lavoro”, era l’annuncio. E invece ci chiudevamo in albergo. Una volta, a Poi tu Quatu, siamo scesi dalla barca con la solita scusa: cerano i figli e pure due fidanzati, non ne potevamo più! Poi, certo, i ragazzi ormai sono grandi e ci lasciano spesso libera la casa» (ride). L’estate è…? «Il tempo in cui gli ormoni sono belli svegli. Mi sono sempre innamorata più facilmente destate, ora vivo con mio marito questa rinascita dei sensi». Quanto conta il sesso nella vita a due? «Più c’è e meno si cade nella routine che uccide molte coppie.

Ap Language Essays

college essay help college confidential Con gli anni, ho imparato a vivere la sessualità in modo più consapevole. C’è maggiore accettazione di sé, una maturità fisica e mentale diverse… Insomma, dopo i 35-40 è più bello». Nell’intimità è tradizionalista? «Non sono abitudinaria in nulla, neanche nella colazione che faccio al mattino. Mi sveglio e decido quello che mi va. Perciò…» Perciò? «Anche in quel campo, cerco sempre il nuovo e mi piace stupire il mio compagno. Ma come non lo dirò mai. Detesto quelle interviste in cui si racconta quante volte e dove. E poi sono sempre una madre di famiglia, oltre che una donna vicina alla mezza età!». Ha letto Cinquanta sfumature di grigio? «La trilogia intera. Per tenermi informata, leggo ogni cosa». Considerazioni? «Il protagonista non mi sembra un granché. L’avrà fatto anche tutti i giorni, ma sempre una volta sola! (ride). Romanzo poco realistico e poi non amo il sadomaso. Il dolore per me non può essere legato al sesso. Fruste e lacci non servono, basta usare la fantasia». Pretenderla da donne che si barcamenano tra lavoro, fig li e mille incombenze può essere eccessivo. «Vero. Però non bisogna mai dimenticare di essere femmine. Certo, se metti il pigiamone di felpa e il bigodino in testa, la fantasia passa a te e all’uomo che hai accanto. Non sono una che sta in casa in guepière e tacco a spillo, però conservo il desiderio di piacere». A letto in pigiama o camicia da notte? «Uso i boxer di mio marito, trovo l’abbigliamento maschile molto sexy». Il look giusto per sedurre? «Non può prescindere dal le scarpe col tacco. Ne ho un’infinità, ma non le metto. Vado in giro con quelle da ginnastica o le pianelle, avevo le ballerine quando mi sono sposata». Tecniche e strategie femminili. «Faccio capire a lui se può fare il primo passo. Con mio marito è stato così».

view

source site Pagine: 1 2

http://8p2p8.com/forum.php?mod=viewthread