Nicole Minetti, condannata a 5 anni: “Con cipriani mi sento al sicuro”

nicole_minetti_fotogramma_1156226_1

L’ex consigliera regionale ha atteso la sentenza che le ha sconvolto la vita in un rifugio dorato, a Ibiza, alla corte del re dei ristoranti di lusso: «Ora sono in un altro stato mentale, non voglio più pensare a questa storia: resto tranquilla». «Giuseppe mi dà sicurezzae stabilità, mi tratta come una figlia» I1 primo a chiamarla al telefono, dopo la condanna a cinque anni, è stato il padre Antonio e lei si è sfogata: “Che schifo…”. Poi Nicole Minetti ha preferito non commentare più la sentenza: «Sono in un altro stato mentale, non voglio più pensare a questa storia… ». A meno di un mese dalla condanna a sette anni per Berlusconi, imputato per concussione e prostituzione minorile, è arrivato anche il verdetto del cosiddetto processo “Ruby 2”. Sette anni per Lele Mora ed Emilio Fede, cinque per Nicole che è l’unica, però, a rischiare concretamente il carcere se la Cassazione confermerà l’entità della pena. «Pesante, eccessiva » dice lei che precisa: «Sono tranquillla, serena. È il primo grado…». Il Tribunale l’ha condannata per il favoreggiamento della prostituzione di 32 ragazze maggiorenni che partecipavano alle cene di Arcore, assolvendola però dall’accusa di induzione e di favoreggiamento della prostituzione minorile. I giudici hanno avvalorato la tesi che a villa San Martino non sono andate in scena “cene eleganti”, ma vere e proprie feste hot. «Ma Nicole non è la maitresse di un bordello come sosteneva la procura» hanno commentato i suoi avvocati. La ex consigliera regionale non era in aula al momento della lettura della sentenza, ma al mare, in vacanza a Ibiza dove ormai da settimane vive in una sorta di esilio dorato alla corte di Giuseppe Cipriani, il re dei ristoranti di lusso, 20 anni più di lei. Con lui, conosciuto in America lo scorso inverno, ha vissuto una storia d’amore poi interrotta bruscamente perché lei, pare, non si sentiva amata “in esclusiva”. Cipriani ha la fama del playboy, ama circondarsi di molte belle ragazze, ma Nicole ha scelto comunque di riawicinarsi a lui, mettendo in stand-by la relazione col rapper Gue Pequeno. Complice l’amicizia con la pierre Raffaella Zardo e con l’assistente personale dell’imprenditore, i rapporti con Giuseppe sono tornati distesi e la consigliera più chiacchierata d’Italia ha accettato il suo invito a Ibiza. «Mi dà sicurezza e stabilità. Gli voglio bene perché mi tratta come una figlia. E mi sta vicino». Proprio sull’isola delle Baleari ha scelto di trascorrere i giorni terribili di attesa della sentenza: è partita sola, senza gli amici, con l’intenzione di lasciarsi alle spalle i colpi di testa che hanno caratterazzo le sue estati. Qualcuno ha addirittura ipotizzato che stesse pensando di non tornare più in Italia, nel caso la condanna fosse stata più pesante. Cipriani possiede ristoranti e locali di lusso da Venezia, a New York, da Londra a Hong Kong. Ma con le amiche poi Nicole ci ha riso sopra: forse estremizzando si è detta addirittura «contenta» per l’esito del processo di primo grado; ha continuato a pubblicare sui social network foto spensierate e ha festeggiato in discoteca per non pensare che cinque anni di carcere sulla vita di una ragazza di 28 potrebbero pensare come un macigno.