Melissa Satta e Boateng: Tutti in bianco per il battesimo del figlioletto

Quello più felice deve essere stalo il nonno, a giudicare dall’abnegazione con la quale si è improvvisato fotografo ufficiale dell’evento. Uno scatto dopo l’altro, in piedi o appostato vicino all’altare, in cerca dell’inquadratura giusta per immortalare ogni momento di quella giornata gioiosa, per non perdere neppure un sorriso o un gridolino del piccolo Mad- dox fri lice Boateng. avvolto in una vestina immacolata e bello come un bambolotto. Forse anche perche per Enzo Salta, storico architetto di Sua Altezza Karim Aga Khan e nostalgico di quella Costa Smeralda in cui gli ospiti non venivano a cercare l’allure ma a portarla. non poteva esserci regalo più bello di un battesimo intimo e all’Insegna dellimdmhitement per il suo nipotino di tre mesi. Cosi hanno voluto la cerimonia sua figlia Melissa e il compagno Kevin Frince Boateng. sbarcati già il 30 giugno in una Porto Cervo ormai abbandonata dal popolo di ironisti. veline e aspiranti storielle. Con un’infinità di bagagli. Giorni tranquilli nella casa di famiglia davanti al Pevcro Golf Club, colazioni sulla banchina del Porto Vecchio, acquisti nelle boutique in Piazzetta, giochi con Maddox Prince. che papa Kevin non ha visto per quaranta giorni poiché impegnato in Brasile per i Mondiali. K anche tutto il tempo per organizzare la funzione religiosa nella chiesetta di Stella Maris. gioiello di architettura mediterranea degli anni Sessanta che domina il golfo e porta la firma dell’ar- chistar Michele Busiri Vici.Qui. sabato 19 luglio, i “Satteng”. l’hashtog “di famiglia” clic la showgirl usa spesso su Twitter. sono arrivati in orario, sapendo quanto don Kaiinondo Satta, parroco di Porto Cervo, tenga alla puntualità. Lei. camicia in seta bianca e candidi pantaloni, il bel viso abbronzato messo in risalto dai capelli raccolti in una virginale treccia. lui in camicia bianca sportiva e pantaloni verde militare, con l’ovetto porta-bebé in mano, come un papà qualunque.

Cattura

Davanti al porticato della chiesa immacolata con l’inconfondibile campanile a forma di cono e la croce in ferro battuto, ecco gli invitati: il padrino. Riccardo Satta, fratello maggiore dell’ex velina e a sua volta papa della piccola Nicole, e la madrina. Si- mona Salvemini, la migliore amica di Melissa che ha diviso con lei la stanza dell’ospedale durante il ricovero per il parto. Poi alcuni parenti, qualche amico. Non piu di una ventina di persone. per lo più di bianco vestite, sorta di dress code per questa cerimonia destate semplice e privata che perfino i fotografi hanno cercato di non violare. Porte aperte e nessuna guardia del corpo, tanto che qualche turista, attratto dalla suggestiva architettura della cappella, si è affacciato mentre don Kaimondo procedeva nella formula di rito. Sempre facendo grande attenzione a non rompere il silenzio, però. Alla fine tutti a casa dei Satta, per festeggiare il piccolo Maddox Prince. ma anche per salutare papa Kevin Prince: il centrocampista ghanese è poi partito per la Germania, dove ¿* cominciato il ritiro della sua squadra, la Shalke 04. Per mamma Melissa. invece, l’estate non e ancora finita: prima di tornare a casa, a Düsseldorf, la aspettano ancora giorni di sole e nuotate, passeggiate su e giù per il dedalo di viuzze e scalinate del borgo, giornate in famiglia, chiacchiere con le amiche. Magari facendo un pensierino all’anno prossimo. quando se tutto va come deve, tra giugno e luglio, a campionato concluso, i “Sat- teng” torneranno nella chiesetta di don Raimondo. Questa volta per dire “si”.