Massimo Di Cataldo contro la ex: “La perizia mi da ragione”

massimo-di-cataldo1-620x347

Per Massimo D i Cataldo c «la fine di un incubo». Anna Laura Millacci, la sua ex compagna e madre di sua f ig lia , non ha perso i l b am b in o che aspettava per colpa sua. La perizia del medico legale, resa pubblica pochi giorni fa, lo scagiona ed «evidenzia che non c e prova di lesioni né di procurato aborto », dice l’avvocato di D i Cataldo, D a niele Bocciolini. Per il cantante romano è la fine di un periodo durissimo. «Mi sento sollevato* ma faccio fatica a rallegrarmi: questa vicenda mi ha distrutto, m i sono sen tito sch ia cc ia to da accuse così terribili che ho rischiato la depressione », confessa a Oggi Di Cataldo. LA SERA STESSA ERA A UNA FESTA La vicenda, lo ricorderete, era cominciata nel luglio scorso, quando Anna Laura Millacci aveva postaro su Facebook un autoscatto del suo volto insanguinato, scrivendo che era stato Massimo a ridurla così, e che in seguito alla lite che avevano avuto aveva anche perso il bambino che non sapeva di aspettare. Poche settimane dopo, era stato proprio il settimanale Oggi a pubblicare le foto esclusive della festa a cui la Millacci aveva partecipato la sera stessa delle presunte percosse: nelle immagini, Anna Laura era sorridente e aveva il volto intatto. La signora aveva replicato che quella sera «era uscita per distrarsi, indossando un make up molto pesante», m a quelle foto, poi sottoposte al vaglio degli inquirenti, avevano già parzialmente scagionato Di Cataldo. Adesso arriva la conferma della perizia medico-legale. «Secondo gli specialisti, non vi è alcuna prova documentale che la signora Millacci sia stata vittima delle riferite lesioni né tanromeno che D i Caraldo sia responsabile dell’aborto, che avvenne, invece, in maniera spontanea», conferma infatti 1 avvocato Bocciolini, che presenterà richiesta di archiviazione. «GLI AMICI MI SONO RIMASTI VICINO» «Ancora non so perché Anna Laura abbia deciso di buttarmi addosso quelle accuse», dice D i Cataldo a Oggi dopo aver saputo della decisione del pm. «In tu tti questi mesi ho cercato di andare avanti, soprattutto per mia figlia, ma è stata durissima. Mi sono sentito svuotato, messo alla g ogna di fronte al mondo. Per fortuna lamia famiglia c canti amici mi sono sempre stati vicini». I rapporti con la Millacci, però, sono tesi come prima. «Purtroppo Anna Laura rifiuta di avere qualsiasi contatto con me, non risponde nemmeno ai miei sms. Per sapere come sta la mia bambina o per organizzarmi per andarla a trovare sono costretto a chiamare ogni volta la caca», racconca il cancantc. «Per fortuna riesco a vederla ogni settimana, a Natale abbiamo passato insieme dei giorni bellissimi. Io spero tanto che questa situazione si risolva, soprattutto per il bene della piccola. Basterebbe che Anna Laura mostrasse un po’ di buonsenso. Purtroppo, credo che sia circondata da persone che la consigliano nel modo sbagliato. Ma le rivolgo un appello, attraverso le vostre pagine: “Anna Laura, basta farmi la guerra. Nostra figlia ha bisogn o d i noi.