Massimiliano Morra e Francesco Testi, interpreti della fiction di Canale 5 che appunto si intitola “Furore”, sono stati protagonisti di una scazzottata

Dice Massimiliano Morra: «Voi mi chiedete perché ce l’ho con Francesco Testi e perché ho litigato con lui. Vi dico solo che sono questioni personali». Dice Francesco Testi: «Se mi chiedete perché io e Massimiliano Morra abbiamo litigato e perché lui abbia avuto una reazione così furibonda nei miei confronti, posso solo dire che tutto quello che è successo nasce da Adua, la sua ex fidanzata, che ha lavorato con noi in Furore». Già, Furore – Il vento della speranza, la nuova i fiction , in onda da mercoledì 14 maggio alle ore 21.10 su Canale 5, che f ha per protagonisti due nuovi bellissimi dello spettacolo , Massimiliano Morra, ventisette anni, e Francesco Testi, trentacinque anni, e l’altrettanto bellissima Adua Del Vesco, diciannove anni, che ancora prima della messa in onda ha scatenato accese polemiche. Prima ha fatto discutere per il forte razzismo nei confronti dei meridionali che, alla fine degli anni Cinquanta, emigrarono in una Liguria piena di ostilità e di pregiudizi. Da una parte, hanno protestato i liguri che rifiutano di riconoscersi come razzisti e, dall’altra, hanno protestato gli ex “terroni”, ora integrati in Liguria, che confermano di avere subito angherie, cinquanta, sessanta anni fa, al loro arrivo. In questa settimana, web e giornali non hanno fatto che parlare di questo. Ma c’è un’altra polemica, finora sconosciuta, che infiamma il cast della fiction in questione: la furiosa rivalità tra i due protagonisti, Francesco Testi e Massimiliano Morra. Nella storia interpretano rispettivamente Vito e Saro Licata, fratelli dell’entroterra siciliano, che, con una valigia di cartone piena di sogni, partono dal paesino natio per cercare fortuna al Nord. I due affascinanti at tori fino a questo momento avevano rila-1 sciato interviste in cui dichiaravano di stimarsi parecchio e di avere lavorato meravigliosamente insieme ma, come spesso accade nello spettacolo, recitavano un copione messo a punto da un bravo ufficio stampa. La realtà è assai diversa come mostrano ie foto di Dipiù scattate con un cellulare da una fan. Xa storia è questa. La ragazza entra in un bar alla periferia di Roma e riconosce i due divi. In piedi, al bancone del locale, consumano una bevanda ognuno per i fatti propri. Una volta ai personaggi della televisione si chiedeva un autografo, oggi, con i telefonini, è più facile farsi una foto con loro da postare su Facebook per fare bella figura con gli amici. La fan chiede infatti una foto insieme. Massimiliano e Francesco, che si trovano in quel bar perché è vicino allo studio fotografico dove stanno realizzando un servizio per il lancio della fiction, hanno reazioni diverse. Francesco aderisce subito alla richiesta della fan, Massimiliano invece scrolla le spalle: si capisce che ha i nervi a fior di pelle e non gli va di mettersi in posa. Francesco cerca di convincerlo e l’altro, poco elegantemente, lo manda a quel paese, intimandogli di stare lontano da lui. Francesco vuole sapere la ragione di quell’atteggiamento e Massimiliano, per tutta risposta, gli lancia in faccia il contenuto del suo bicchiere. Poi accade tutto così velocemente che, per chi era presente, è diffìcile raccontarne i dettagli. Parte una scazzottata fra i due attori fermata dall’intervento immediato di due avventori che faticano non poco a dividerli. Massimiliano viene allontanato: sale sulla sua auto e parte senza terminare le riprese del servizio fotografico. Francesco, alTintemo del bar, mostra un livido sul braccio procuratogli da Massimiliano, dandogli del matto. Naturalmente la fan non conosce il motivo di quel litigio divampato all’improvviso come un incendio estivo. Ribadisce che, mentre Francesco Testi era di ottimo umore, Massimiliano Morra era arrabbiato. E allora sentiamo direttamente dai due interessati come sono andate le cose e perché si detestano al punto di essere arrivati alle mani. Cominciamo da Morra. Massimiliano, questa scazzottata che si vede nelle fotografie fa venire in mente che si possa trattare di una trovata pubblicitaria per lanciare la fiction “Furore”. «Per carità… sarebbe una pessima pubblicità. Mi dispiace di avere avuto quella reazione. Non immaginavo che alcune foto fatte con un telefonino sarebbero arrivate alla vostra redazione. Mi scuso con tutti». Anche con Francesco Testi? «Sì, anche con lui. Di solito evito le persone che non mi piacciono. Quel giorno ero particolarmente nervoso e sono uscito dai gangheri ». Ci può dire perché ce l’ha tanto con Francesco Testi? La vostra rivalità è nata durante la lavorazione di “Furore”? «No, anzi, direi che durante la lavorazione siamo andati piuttosto d’accordo. Abbiamo persino studiato insieme la parte. Lui veronese, io napoletano… non era semplice recitare con una cadenza siciliana. Credo che entrambi abbiamo fatto un buon lavoro». E che cos’è che vi ha diviso? Non mi dica la rivalità tra Nord e Sud… anche questo avrebbe un po’ un sapore da trovata pubblicitaria. «No, no, non c’entra niente. Senta, adesso devo proprio andare… Ammetto di avere avuto una reazione esagerata. Mi sono scusato con tutti. Che altro devo dire?». Spiegarci la ragione del suo astio nei confronti di Francesco Testi… «Cose personali. La saluto». No, aspetti! Ci dica almeno se, nel caso le fosse richiesto, farebbe il seguito di “Furore”? «Dipende dal cast». Nel cast ci sarebbe ovviamente Francesco Testi. «Allora ci dovrei pensare. Arrivederci ». Un’ultima domanda: chi sono le persone con cui è andato più d’accordo sul set di “Furore”? «Il regista Alessio Inturri e poi Giuliana De Sio e Cosima Coppola. Adesso, però, la devo proprio lasciare ». PARLA FRANCESCO TEST! Eccoci adesso da Francesco Testi, che si mostra sinceramente meravigliato del fatto che siamo a conoscenza del furibondo litigio tra lui e Morra: «Avete le foto? Chi ve le ha date?». Una fan. «Incredibile…». Senta, ma perché lei e Massimiliano Morra avete litigato? «Guardi, lo chieda a lui». In realtà glielo abbiamo chiesto. Ha risposto: “Cose personali”. Parli lei, almeno… «Ci ho pensato e ripensato. Sono rimasto basito: è sicuramente tutto un equivoco. L’unico evento personale che può collegarsi a questa reazione può essere legato ad Adua, la sua ex». Ah, allora vince la vecchia regola: “cherchez la femme”, cercate la donna e risolvete il caso. Avete litigato per una donna… Scusi, ma chi è Adua? «Adua Del Vesco, Fattrice che fa parte del cast di Furore e che è anche l’ex fidanzata di Massimiliano. Viviamo tutti in un’allegra cittadina dei Castelli Romani e spesso ci incontriamo casualmente. Un giorno, lei mi ha chiesto un passaggio per Roma e, visto che anch’io ero diretto nella Capitale, gliePho dato. n paese è piccolo e la gente mormora… Chissà che cosa avranno raccontato a Massimiliano ». Tra l’altro, lei non è fidanzato con la bellissima attrice Giulia Rebel? «Appunto. Ho con Giulia un rapporto meraviglioso. È una donna straordinaria. Mi è stata vicino in un momento in cui ero fortemente depresso. Se non sembrasse un po’ retorico, oserei dire che Giulia è la donna della mia vita». E la Del Vesco? «Adua è solo una collega. Un tempo, siamo usciti anche in quattro. Lei, Massimiliano, Giulia e io. Essendo poi la fidanzata di un amico ed essendo il sottoscritto sentimentalmente impegnato, non l’ho mai considerata come una ragazza da corteggiare. Anzi, una ragazzina visto che non ha ancora compiuto venti anni». NON PARLA ADUA DEL VESCO A questo punto sarebbe d’obbligo sentire la versione della signorina Del Vesco, ma la diciannovenne attrice non risponde al telefono e ci dicono che è impegnata all’estero e che per il momento non può rilasciare interviste. Forse la prossima settimana. Chissà! Dicono che è una che di solito si trincera dietro un divistico quanto fuori moda “no comment”, non commento, neanche fossimo ai tempi di Rodolfo Valentino.