Maria De Filippi compie 52 anni: Chicche inedite in regalo

Spegne 52 candeline il 5 dicembre, Maria De Filippi. Grintosa come tutti i cinquantenni di oggi che “rubano” senza problemi il motto fino a poco tempo fa riservato ai quarantenni: «La vita comincia adesso». La regina della televisione italiana, stakanovista doc, ha appena fatto in tempo a festeggiare il successo della quinta edizione di Italia’s Got Talent, che con uno share del 27 per cento si è confermato ancora una volta il programma leader del sabato sera, ed è già pronta a lanciare nuovi talenti con Amici 13, al via sabato 23 novembre. Intanto, proseguono le puntate di Uomini e donne («Ne registro quattro di fila il lunedì», ha detto) mentre, a turbare un po’ Fanimo, c’è stato il piccolo problema di salute del marito (dal 1995) Maurizio Costanzo, costretto a riposo e dieta forzata dopo una serie di accertamenti cardiovascolari al San Raffaele di Milano. Oltre che accudire il celebre compagno, Maria lo ha anche sostituito per due sere in radio, su Rtl 102.5, accanto a Pierluigi Diaco, nel programma Radio Costanzo Show. Ed è qui che la De Filippi, oltre a rassicurare sulle condizioni di salute del marito, ancora in convalescenza, complice forse Fatmosfera più rilassata rispetto agli studi televisivi e le centinaia di sms degli ascoltatori che la incalzavano con tante domande, ha vinto la sua naturale riservatezza, raccontando molto di sé. Dalla cucina, argomento della puntata, fino alFamore e agli affetti più cari, regalandoci I anche una chicca “canora”. ! «Quando avevo 13 anni ho fatto scuola di chitarra. So suonare solo C’era una volta una gatta», ha detto strimpellando la chitarra, mentre Diaco cantava qualche strofa della celebre canzo- | ne di Gino Paoli. «Però non canto. Anche se una volta mi hanno proposto di andare a Sanremo». La risposta alla inevitabile domanda del conduttore, «Chi?», è stata quasi lapidaria: «Un pazzo». Del resto, Maria non ama ascoltarsi: «Io detesto la mia voce», ha detto a Diaco. «Lei ha fatto cose grandiose» Scopriamo, poi, che in casa Costanzo i fornelli sono poco usati. Forse anche perché Maria non conferisce loro poteri seduttivi. «Non ci credo al fatto di conquistare qualcuno prendendolo per la gola. Tipo con il risotto, no. Al limite con il vino, ma è un’altra cosa». Ma a quanto pare Maria non beve: «Sono astemia», ha detto. E mentre Maurizio Costanzo, intervenuto da Diaco in collegamento telefonico, ha tolto ogni dubbio sulla sua (inesistente) attitudine da chef, dicendo: «Non so fare neanche il caffè», Maria ha spiegato che lei sa preparare poche semplici cose (vedi box) e che il figlio Gabriele (adottato nel 2004) non cucina per niente: «Mia mamma Pina non ! l’ha insegnato a me, io non Fho insegnato a lui. Certo, lei cucinava ma ci metteva cinque minuti. Lavorava dalle 14.30 alle 19.30. Arrivava a casa, preparava, io apparecchiavo. Però ha fatto delle cose grandiose per me e mio fratello». Quello che forse un po’ “soffre” della mancanza di uno chef in famiglia è Costanzo che, come lui stesso ha con fermato, è dimagrito di otto chili. Grazie a un menu tipo a base di «ravioli a pranzo, mela cotta il pomeriggio e 50 grammi di pasta con lenticchie la sera». «Maurizio ha la fìssa dell’orto. Io non ho neanche le piantine sul balcone, sono negata», ha aggiunto la conduttrice, che ha anche smentito le voci che la vogliono al timone di un talent di cucina. «E una bufala! Non sono contraria ma non ne produrrei mai uno», ha detto. Stesso discorso per la palestra: «Non ce la faccio, è tutto attufato. Non vado a correre, gioco a tennis. Comunque un ragazzo che viene a farmi muovere c’è, due volte a settimana ». Spazio per le amicizie c’è sempre, a patto però di seguirla a lavoro: «La mia amica di sempre si chiama Monica, ci conosciamo da quando abbiamo 14 anni e abbiamo fatto scuola insieme fino all’Università. Per prendere un caffè con me, invece; bisogna cominciare a lavorare con me perché io vado sempre a pranzo e a cena coi miei collaboratori», ha raccontato. In vacanza Maria stacca la spina, ma se la collega si chiama Antonella Clerici (che, per inciso, il 6 dicembre compie 50 anni) fa uno strappo alla regola: «Un giorno Antonella, che ha la casa al mare vicino a me, ha cucinato il vitello tonnato e poi lo ha portato a casa nostra: buono». Si parla anche di giovani e futuro. «Se ritengono che ci siano più possibilità all’estero, fanno bene ad andare via dal’italia. È un po’ provinciale dire il contrario». Rivelando una chicca sul privato: «Mia madre, quando ho compiuto diciotto anni, mi ha tirato un metaforico calcio nel sedere per farmi capire che lei il suo lavoro con me l’aveva fatto. Da quel momento in poi, dovevo pensare io a me stessa». E poi le scene di vita quotidiana con Costanzo che, costretto a casa, ha raccontato: «Cosa faccio? Guardo la tv, lavoro il minimo. E poi mi annoio» (con Maria che chiede in diretta: «Stai un po’ più con me. Ti annoi anche con me?» E lui che, dopo un momento di silenzio, se la cava dicendo: «No, ma le giornate sono lunghe»). E poi Maria si è lasciata andare: «Se vengo in radio insieme a lui, poi non mi fa parlare. Quando mi invitava a Buona Domenica, mi mettevo seduta sul divano, non mi rivolgeva la parola. No, non litighiamo, io ci rimango male, io abbozzo… », ha raccontato a Diaco. Ma intanto si è presa una piccola rivincita: «In genere io scrivo a Maurizio “come sono andata?”, ma questa volta mi ha scritto lui: “come sono andato?” Una volta che si è invertita la cosa, mi fa piacere», ha concluso. Il ritratto che ne esce è quello di una donna forte e sensibile, pronta a difendere le sue creature ma anche a fargli una ramanzina, se necessario. Una ascoltatrice, in diretta, le ha fatto sapere che l’opinionista di Uomini e donne, Tina Cipollari, le sembra troppo polemica, e lei: «Hai ragione, gliel’ho detto che ha una reazione esagerata». A cinquantanni può ancora succedere tutto. La sai molto, molto più lunga. Auguri, dunque a Maria. E chissà cosa ci riserverà in futuro. Del resto, dopo l’esperienza con Diaco lei stessa ha ammesso: «La radio? Non sarebbe male». Siamo tutti… in ascolto