Manuela Arcuri: Il suo bambino nascerà a maggio e lei, che ha già messo su sette chili

Non si era mai vista Manuela Areuri così felice. Finalmente l’attrice sta per realizzare il suo sogno: quello di diventare mamma. Al suo fianco c’è il compagno e futuro papà, l’imprenditore Giovanni Di Gianfrancesco. Con lui, la sexy diva aveva avuto una liaison nel 2010, durata soltanto pochi mesi perché lui era stato paparazzato con un’altra. Ormai, però, tutto questo appartiene al passato. Dal 2012 i due sono tornati insieme e vivono felici, pronti a diventare genitori del maschietto che nascerà a maggio. E le nozze? Il prossimo anno. Per l’interprete laziale è un periodo davvero magico. In questi giorni, è su Canale 5 insieme a Gabriel Garko, protagonista della seconda serie de II peccato e la vergogna. A Roma, dove l’abbiamo incontrata, Manu appare più raggiante che mai. «Di notte mi capita di pensare come sarà» Manuela, ora che non hai più impegni sul piccolo schermo puoi prepararti per il lieto evento, vero? «Sì! Finalmente mi fermo per potermi godere la gravidanza e sono assolutamente contenta di questa pausa che mi sono presa. Per un anno e mezzo, almeno, ho deciso di non accettare nessun copione per dedicarmi a mio figlio». Il periodo della gravidanza è bellissimo ma può essere complicato: come ti senti? «Per fortuna sto vivendo una gravidanza molto tranquilla e senza problemi. Se avessi avuto nausee e dolori che mi costringevano a letto per tutti i nove mesi, non sarebbe più stato un bel momento. Ogni tanto la notte mi sveglio e penso a come sarà affrontare i primi tempi, quando sarò alle prese con le poppate ogni tre ore». Ti senti pronta al passaggio da sex symbol al ruolo di mamma «Assolutamente sì, anche se so che non sarà facile. Un figlio è la gioia più bella che possa avere una donna. Spero magari di essere anche una sexy mamma e di tornare in forma subito dopo il parto. Nei primi cinque mesi ho messo su sette chili, speriamo di non prendere troppo peso nell’ultimo periodo». Questo figlio lo volevi già da qualche anno. Avresti preferito una femminuccia? «Il desiderio di maternità è arrivato dopo i 30 anni visto che prima pensavo solo al lavoro. All’inizio mi sarebbe piaciuto avere una bimba. Poi, parlando con alcune amiche che hanno figli, mi hanno detto che il maschio si lega di più alla mamma. Quindi sono felice. Magari fra qualche anno potremmo pensare di mettere in cantiere un altro figlio e… speriamo che sia femmina. Comunque ogni volta che lo sento muoversi nella mia pancia provo un’emozione incredibile». Il tuo compagno come sta vivendo la gravidanza? «Giovanni mi sta vicino e mi coccola in tutti i modi. Anche lui non vede l’ora di potersi dedicare a questo bambino e mi ha promesso che mi aiuterà a cambiare i pannolini. Dovrebbero essere tutti così i papà comprensivi e collaborativi». Anche la tua mamma sarà felicissima, vero? «Non sta più nella pelle per la felicità! Mi ha detto che appena nascerà il bambino, si trasferirà a Roma per darmi una mano. Sono tutti entusiasti anche dalla parte della famiglia di Giovanni. È il primo nipote ed è un bambino stravoluto da tutti. Sarà molto viziato e coccolato dai nonni». «Gabriel Garko farà da padrino al bebé» Ti farai aiutare da una tata oppure farai tutto da sola? «No, sono molto gelosa e apprensiva. Non mi fido di nessuno, soltanto della mia mamma. Le nonne saranno preziose per me». Anche tuo fratello Sergio ti darà una mano? «Sì, ha già detto che lo porterà al parco e allo stadio. Quando sarà grande… (ride, ndr)». Pensate di celebrare insieme il battesimo del piccolo e il vostro matrimonio? «Non credo. Prima penseremo al battesimo e poi, con calma, al matrimonio. Ci sposeremo nel 2015: con un figlio penso che sia giusto ufficializzare il rapporto». Il padrino di tuo figlio sarà Gabriel Garko? «E stato dato quasi per scontato che Gabriel sarà il padrino di mio figlio, anche se non ne abbiamo ancora parlato. Comunque, se avrà voglia di farlo, sia io sia Giovanni non abbiamo nulla in contrario». Il tuo compagno non è geloso di Gabriel, dato che avete avuto un flirt? «No, ormai quella è una storia che appartiene al passato. Con il tempo siamo diventati amici, oltre che colleghi, e ci troviamo bene a lavorare insieme. La nostra è una coppia professionale che funziona e che piace molto al pubblico». Questo vi ha resi più complici anche sul set… «Certo. Recitiamo insieme da parecchio e fra noi non c’è mai imbarazzo, neanche quando si tratta di girare scene di passione. Io e Gabriel non abbiamo mai litigato». Che cosa ti piace del personaggio di Carmen? «La sua forza. Carmen è una donna che non si abbatte mai, ma che cerca in tutti i modi di risolvere i problemi».