Luca Argentero: Per il prossimo film di Edoardo Leo l’affascinante giudice di Amici cambia del tutto look

Ma chi è quel ragazzone dall’ aria impacciata che se ne va in giro con lo zaino per le strade di Roma? Ma sì, è Luca Argentero, il «bellissimo » ex GF, attore e giudice di «Amici» di Maria De Filippi (a cui, per l’occasione, sembra aver preso in prestito gli occhiali). E chi è quel tipo dall’aria un po’ losca, con la camicia bianca e gli occhialoni neri? Ma sì, è Edoardo Leo, il ricercatore universitario bonaccione (e un po’ spacciatore) di «Smetto quando voglio», la commedia rivelazione dell’anno. Insomma, è chiaro che nel loro prossimo film i due popolari attori mostreranno un volto molto diverso dal solito. Siamo infatti sul set di «Noi e la Giulia», la commedia che Edoardo Leo dirige e interpreta (un set che, dopo alcune scene girate nella capitale, si sposterà a Matera). Il film è tratto dal libro «Giulia 1.300 e altri miracoli » di Fabio Bartolomei, ed è proprio Edoardo Leo a raccontare la trama: «Si tratta della storia di quattro amici quarantenni un po’ sfigati che decidono di fuggire dalla città per andare ad aprire un agriturismo in Catturacampagna. Purtroppo per loro lo fanno nel posto peggiore, in una zona ad alto tasso camorristico… I quattro amici sono Luca Argentero, Stefano Fresi, Claudio Amendola e io; poi ci sono Anna Foglietta e Carlo Buccirosso, che interpreta un criminale che li ricatta e pretende che paghino il pizzo. Il film è una commedia, ma stavolta ho deciso di alzare un po’ l’asticella e trattare anche un tema sensibile come quello della camorra. E di osare anche con la scelta del mio personaggio, più antipatico di quelli che faccio di solito». Anche per Luca Argentero il cambiamento è notevole, rispetto al brillante giudice di «Amici» o al marito perfettino di Paola Cortellesi in «Un boss in salotto», il suo ultimo successo al cinema. Non resta quindi che aspettare il 9 gennaio 2015, quando «Noi e la Giulia» arriverà nelle sale di tutta Italia. Noi intanto vi abbiamo avvertiti: preparatevi allo shock…