Lorella Cuccarini: “Condurre ancora Sanremo? Si ma con Fiorello o Paolo Bonolis”

lorella-cuccarini

next opo tre edizioni al Domenica In, ora Iè la grande assente della stagione televisiva. Vero TV ha incontrato Lorella Cuccarmi, che conduce Citofonare Cuccarmi dal lunedì al venerdì su Radio Uno. E lei ci ha confidato sogni e speranze per il futuro. Lorella, stai per festeggiare una ricorrenza importante. Di che cosa si tratta? «Trenta ore per la vita, la onlus di cui sono socia fondatrice dal 1994, compie vent’anni. Sono orgogliosa di tutti i numerosi progetti realizzati dall’associazione». La raccolta fondi a quale) iniziativa verrà devoluta? «Alla realizzazione di progetti presentati da alcune associazioni di genitori, che hanno  l’obiettivo di assicurare ai bambini e agli adolescenti malati di cancro il diritto di ricevere le cure migliori, possibilmente a casa propria. Quando non fosse possibile, l’impegno sarà garantire ai piccoli e ai loro cari “una casa lontano da casa”, da cui raggiungere l’ospedale, senza che le famiglie facciano fronte a notevoli spese». In attesa della nuova edizione di Trenta ore per la vita, prevista , sulle reti Rai ad aprile, stai per riabbracciare il tuo compagno Tv per eccellenza: Marco Columbro. Vi aspetta una crociera “solidale”. Ce ne parli?

http://www.holidayhometimes.com/essays-for-sale/ Essays For Sale

source «La considero il miglior modo per festeggiare i 740 progetti di assistenza, prevenzione e ricerca che abbiamo finora realizzato con Trenta ore per la vita. La nave avrà al suo interno un teatro di 1700 posti, dove si esibiranno anche Mario Biondi e il direttore d’orchestra Peppe Vessicchio. Il viaggio durerà sette giorni, dal 30 marzo al 6 aprile. Parte del ricavato dei biglietti e dei servizi di bordo è devoluto a sostenere i nostri progetti. Ci saranno tanti momenti di spettacolo e intrattenimento, ma anche di informazione e riflessione ». «Con Fantastico subito in serie A» La Rai festeggia sessant’anni, tu quasi trenta di carriera. Che emozioni ti suscitano queste ricorrenze? «Che dire della Rai? Per me, è sempre “mamma Rai”! Fa parte della nostra storia, spero g che questo compleanno così importante venga festeggiato ancora più in grande. Un anni versario di questo tipo merita ! la partecipazione e l’entusiasmo di tutti». Nella tua carriera hai collezionato numerosi successi: c’è un momento particolare che ricordi ancora con il batticuore? «Il mio debutto in Tv, perché esordivo a Fantastico il sabato sera. Insomma, gioca-vo subito in serie A. Non lo | dimenticherò mai: ho avuto un attimo di buio, poi però mi sono fatta fòrza, altrimenti non sarei riuscita a reggere tutta la puntata». Hai partecipato al Festival di Sanremo in veste di conduttrice, nel 1993, e di cantante, nel 1995. Come guardi alla nuova edizione, in partenza il 18 febbraio, affidata, per il secondo anno, alla coppia Fazio-Littizzetto? «Anche in questa edizione mi sembra che ci siano tutte le premesse per fare un grande spettacolo. L’anno scorso, Sanremo è stato piacevole e interessante dal punto di vista musicale. Abbiamo visto un Festival sobrio, in linea con il periodo che stiamo vivendo». Se ti venisse offerta la conduzione del Festival, con chi ti piacerebbe condividerla? «Con tanti colleghi. Ma, se dovessi proprio scegliere, direi Fiorello o Paolo Bonolis. Sanremo è un’avventura così stimolante che è fonte di grandi emozioni anche per chi, come me, fa questo mestiere da una vita». Sappiamo che stai lavorando a un progetto Tv top secret. Ci puoi rivelare, almeno, in che genere vorresti misurarti? «Mi piacerebbe tornare a recitare, magari in una fiction. Certo, nemmeno un bel varietà mi dispiacerebbe. Inoltre, grazie ai tre anni di Domenica In, mi vedrei bene in una trasmissione di approfondimento legata all’attualità». «Che grinta oggi, le cinquantenni» Di recente hai partecipato al ventesimo anniversario dalla nascita della Comunità Nuovi Orizzonti, che ha l’obiettivo di intervenire in tutti gli ambiti del disagio sociale. Come hai conosciuto la fondatrice, Chiara Amirante? «La vidi in Tv e rimasi catturata dal suo sorriso. Non sapevo nulla di lei, non conoscevo ancora la sua meravigliosa storia. Poi sono stata chiamata a offrire la mia testimonianza in una manifestazione, Gesù al centro: in quell’occasione mi sono ritrovata al suo fianco e ho potuto ascoltare le sue imprese meravigliose». Quale impressione ti ha fatto? «Mi sono subito resa conto che quella donna, così fragile e minuta, in realtà è un gigante di bellezza. Ho cominciato a frequentare un percorso di fede dedicato alla guarigione del cuore da lei tenuto nella chiesa di Ponte Milvio a Roma. Poi sono stata a Medjugoije, ospite di una delle sue cittadelle del cuore: lì ho toccato con mano come lavorano e quanto si occupano degli altri i membri della Comunità. Nuovi Orizzonti è una foresta silenziosa che cresce e che regala tanto amore al prossimo». Anche tuo marito, il produttore Silvio Capitta, conosciuto con lo pseudonimo Testi, e i vostri figli Sara, Giovanni, Chiara e Giorgio hanno festeggiato vent’anni di Nuovi Orizzonti. «Andiamo a messa tutte le domeniche. Anch’io sono stata figlia e ho avuto l’età che hanno ora i miei ragazzi. Quindi, cerco di accompagnarli nel percorso di crescita, fino a quando arriverà il momento in cui voleranno da soli e dovranno essere in grado di cavarsela. Penso che, per rendere autonomi i propri figli, più si riesce a dare loro un messaggio forte, più li si mette nella condizione di fare la scelta giusta». Rimaniamo in tema di compleanni. Ti stai avvicinando sempre di più ai cinquanta, che effetto ti fa? «In effetti, ci siamo quasi: il 10 agosto compirò 49 anni! Ma non sono preoccupata, anzi, considero i cinquantanni un inizio da vivere con una nuova energia e il consueto entusiasmo». Tra l’altro, sarai in ottima compagnia: Maria De Filippi e Antonella Clerici hanno già superato i cinquanta. «Le cinquantenni di oggi sono grintose, affascinanti e rappresentano un punto di riferimento per le ventenni. Ora, una cinquantenne può dettare legge in fatto di moda e tendenze. Basti pensare anche ad alcune attrici straniere, come Meg Ryan. Anche io spero di non essere da meno».

http://stjohns.lambdaphiepsilon.com/windows-7-oem-replace-motherboard/ windows 7 oem replace motherboard