Londra, crollo nel teatro Apollo: 65 feriti durante lo spettacolo

source link By on 20 dicembre 2013
2544521-londraaa

http://reps4kids.com/?p=english-for-writing-research-papers Quando hanno iniziato a sentire gli scricchiolii sempre più forti, molti spettatori hanno pensato che facessero parte dello spettacolo. Pochi minuti dopo, invece, un pezzo del soffitto dell’Apollo Theatre di Shaftesbury Avenue, a Londra, è caduto sul pubblico, trascinando una sezione delle gallerie. Il crollo è avvenuto alle 20.15 ore locali, le nove e un quarto di sera in Italia. Il bilancio ieri notte era di 65 feriti, molti con lesioni alla testa, di cui almeno 5 gravi. Alcune persone sono rimaste intrappolate sotto i detriti ma sono state liberate e portate in salvo dai vigili del fuoco arrivati sul posto con otto camion, pochi minuti dopo il primo allarme. «Non avevo mai visto un incidente del genere», ha detto Nick Hardin, responsabile della stazione dei pompieri di Kingsland, accorso sul posto. «La cupola del tetto è crollata sulle persone di fronte a noi — ha raccontato alla Bbc Amy Lecoz, che era nel teatro insieme ai due figli di 16 e 19 anni —. Ci ha fatto scudo la balconata che avevamo sopra. Li ho presi per mano e siamo scappati». L’Apollo, costruito nel 1901 a poche centinaia di metri da Piccadilly Circus, ha 775 posti: ieri sera era quasi pieno, e c’erano molte famiglie con bimbi arrivate per assistere a «Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte», tratto dal best seller di Mark Hadon e molto popolare a Londra. Il teatro «all’improvviso è diventato buio» con «nuvole di polvere ovunque. Vedevi tutti che correvano fuori», ha raccontato un altro spettatore che è riuscito a mettersi in salvo. I testimoni hanno riferito di persone coperte di polvere e sangue. «Ho visto cadere il bordo della galleria sopra a noi», ha detto Andrew Howard-Smith, 68 anni. «Per vedere quello che stava succedendo dovevi tenerti al parapetto e sporgerti. Lo stavamo facendo anche noi — ha aggiunto —. Devono essersi aggrappati tutti e aver spinto il parapetto d’ottone, che è venuto giù». La galleria dell’Apollo, si legge sul sito del teatro, è una delle più ripide di Londra, e quindi «chi ha problemi con le altezze dovrebbe evitarla». Martin Bostock ha riferito che nel teatro è «scoppiato il caos completo» dopo il crollo. «In un primo momento — ha raccontato a Sky News — pensavamo che fosse parte dello spettacolo. Poi sono stato colpito alla testa». Alcuni spettatori hanno visto gli attori in scena fermarsi e guardare in alto quando i rumori hanno iniziato a farsi più forti. «Hanno puntato il dito verso la galleria — conferma Bostock —. Poi tutto ha iniziato a crollare e si è alzata la polvere ».

hire someone to do my business plan