Ligabue, la moglie del cantautore diventa scrittrice

Fra i tanti, il complimento più bello Fha ricevuto dalla figlia Linda, 10 anni soltanto, avuta dal marito, il rocker Luciano Ligabue: «Ha letto solo qualche pagina, è una bambina, ma si dice felicissima che abbia scritto “un libro sullamore”». Così definisce la piccola Linda La vita che sei – 24 meditazioni sulla gioia (Bur, 9,90 euro), la prima fatica letteraria della sua mamma, Barbara Pozzo. Così è, perché nelle oltre 200 pagine che la signora Ligabue mette nero su bianco, amore, anzi Amore (lo scrive con la maiuscola) è una delle parole più ricorrenti: «È la legge assoluta, la forza motrice che manda avanti il mondo, la ragione per cui siamo qui.L’a more ha mille nomi: fiducia, gentilezza, coraggio, comprensione, sostegno…». E anche esempio, immaginiamo: «Sì, mio marito e io cerchiamo di essere d esempio per nostra figlia. A casa, Linda compresa, usiamo spesso il termine amore. Ci piace molto anche “ti amo”, due parole che oggi fanno paura, ma dense di significato, belle da dire a chi ci è accanto». Poi aggiunge: «Luciano e io siamo anche fisici, coccolosi, io per prima, e forse “costringo” tutti a esserlo». Barbara fisica lo è per formazione: è terapista della riabilitazione, specializzata in medicina manuale e da quasi trentanni si dedica allo studio delle correlazioni tra corpo e anima: «Nel libro ho raccolto la mia esperienza. È una proposta di meditazione, intesa come spunto su cui fermare l’attenzione per vedere se c’è qualcosa che risuona in noi, un percorso di consapevolezza. Non ha la supponenza di insegnare qualcosa e non è un manuale su come raggiungere la felicità». Anche perché lei alla parola felicità preferisce gioia: «La prima è uno stato interiore idilliaco e per questo difficile da realizzare costantemente nel quotidiano, la seconda invece è sinonimo di vita, per questo assolutamente possibile. La felicità è transitoria, la gioia è fibra dellanima, non svanisce mai, si può piangere con tutto il cuore ma sentire la gioia di vivere». Si definisce quindi “gioiosa” Barbara e guardandola non si può che confermarlo: sorride, infonde fiducia, ha la voce calma, il viso disteso, punteggiato da irresistibili efelidi, gli occhi emozionano, e si Catturailluminano ancora di più parlando del suo sito, www.somebliss.com. “E’ un dialogo sui temi del benessere di corpo e anima”. Ma quando Barbara è davvero felice?, insistiamo: «La sera, quando andiamo a dormire e siamo in casa, tutti insieme. Non ci addormentiamo senza darci un bacio. Allora provo una sensazione di gratitudine per la giornata vissuta, è un momento di grande calore, dura qualche minuto, poi ritorna la gioia». La gioia di avere riconosciuto luomo che le è accanto, quando 12 anni fa andò a sostituire il terapista che lo seguiva: «Appena gli appoggiai le mani addosso sentii una grande emozione: era lui il grande amore che mi avrebbe completato». Il resto è storia. E oggi Luciano è il primo fan della moglie: «Mi sostiene e incoraggia sempre».