Le Iene: Pablo Trincia e la bambina rapita dal padre siriano: video 12 novembre 2013

Ancora una volta Pablo Trincia regala al pubblico de Le Iene Show un servizio toccante su una storia molto dura. La settimana scorsa ci aveva parlato di Daniela, la colf maltrattata dalla sua “padrona”.Nella puntata de Le Iene andata in onda ieri sera, martedì 12 novembre 2013, ha invece presentato la vicenda di Alice. Da due anni questa giovane mamma non vede la sua bambina. Il suo ex marito siriano ha portato via la piccola Emma. Nadim è partito con la complicità di un’amica italiana e non ha più fatto ritorno. Alice lo aveva lasciato quando la sua gelosia era diventata violenta. La cosa più assurda è che l’uomo ha esibito in aeroporto un passaporto falso mentre la bambina è stata lasciata partire solo con la carta d’identità. Questo rapimento, e tutta la sofferenza di Alice, potevano dunque essere evitati con un po’ più di scrupolo. Pablo Trincia riesce ad incontrare l’uomo in un bar al confine con la Turchia. Nadim ammette di aver picchiato la moglie e lo fa con una indifferenza spaventosa ma assicura che la bambina vive in un posto sicuro ed è trattata con amore. Quando nel videomessaggio la vede in lacrime sembra convincersi che il bene di Emma è stare con la mamma ma detta condizioni impossibili: il ritiro delle denunce a suo carico e la cittadinanza italiana. L’unica cosa che la Iena ottiene sono un abito della bambina e una foto recente da portare alla madre. Ma lo Stato italiano dov’è in questa storia? Le Iene continueranno a seguirla perché Emma ha bisogno della mamma. CLICCA QUI