Last Cop – L’ultimo Sbirro: Il telefilm interpretato dall’affascinante Henning Baum è ripartito con grandi colpi di scena

E’tornato. Per la terza estate consecutiva a tenere compagnia agli amanti dei polizieschi ci pensa «Last Cop – L’ultimo sbirro», la serie di Raiuno che l’anno scorso ha tenuto incollati davanti alla tv oltre tre milioni di spettatori. Merito soprattutto del carisma del protagonista Henning Baum, irresistibile nei panni del commissario Mick Brisgau. Sono sette gli episodi inediti della quarta stagione, che promette di riservare molti colpi di scena. Facciamo però un passo indietro a beneficio di chi non fosse ben preparato in materia: il protagonista è un poliziotto del commissariato di Essen, in Germania, che è rimasto in coma per 20 anni dopo essere stato ferito alla testa da un proiettile. Risvegliatosi miracolosamente, Grisbau decide di tornare al lavoro, ma l’impresa non è facile: i tempi sono cambiati e Brisgau fatica a prendere confidenza con le nuove tecnologie e i moderni metodi investigativi. Grazie al suo eccezionale intuito e alla sua tenacia, però, Mick riconquista la fiducia dei superiori e della squadra con cui lavora. La forza del personaggio sta nel suo temperamento ribelle: insofferente Catturaalle regole, si affida all’istinto per risolvere i casi più complicati. Anche lui però ha un tallone d’Achille e lo sta mostrando proprio in questa nuova stagione. Dopo aver scoperto che l’uomo che gli aveva sparato è ancora vivo, il commissario resta sconvolto e ha una reazione violenta: prima si scaglia contro Andreas, suo amico e braccio destro; poi prende una decisione estrema, abbandonando la polizia per ritirarsi a vivere nella foresta, pieno di risentimento verso i colleghi (che gli hanno nascosto la verità) e nei confronti di un mondo che lo ha tradito. «In pratica sceglie di vivere come Robinson Crusoe» commenta l’attore, che ancora una volta minimizza divertito i commenti sul suo fascino: «Sex symbol io? No, sono solo una persona sportiva, che si allena tutte le mattine praticando una disciplina sempre diversa: nuoto, boxe, stretching, yoga». Torniamo però a Mick: potete stare tranquilli, il suo esilio non durerà a lungo, e il commissario tornerà molto presto in azione. Riuscirà a superare il trauma del passato? Per scoprirlo non resta che godersi i nuovi appassionanti episodi. Mentre la quarta stagione è ormai partita, già si parla della quinta, che andrà in onda la prossima estate e, per il dispiacere dei fan, sarà anche l’ultima. «Il segreto è saper abbandonare una serie nel momento in cui è ancora nel momento del massimo successo» spiega Baum. «Altrimenti si corre il rischio di annoiare i telespettatori ». I fan di Henning però non devono disperarsi: lo rivedranno presto in una nuova produzione. Si tratta di un kolossal incentrato sulla figura di Götz Von Berlichingen, soldato di ventura tedesco vissuto a cavallo tra il Quattrocento e il Cinquecento, al quale Goethe ha dedicato una tragedia. «È una megaproduzione europea e sono certo che vi piacerà moltissimo!». E se lo dice lui… non resta che aspettare.