Lando Buzzanca tenta il suicidio tagliandosi le vene

Lando Buzzanca ha tentato il suicidio nella sua abitazione romana. Il 77enne attore palermitano si è tagliato le vene dei polsi all’alba e una persona che era con lui stamattina ha prontamente chiamato i soccorsi intorno alle ore 6,35. La notizia choc è stata lanciata dall’agenzia Ansa. Gerlando Buzzanca è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale Santo Spirito di Roma e ora le sue condizioni di salute non sarebbero gravi.

 

Secondo le prime indiscrezioni, il protagonista di numerosi film e fiction tv di successo avrebbe lasciato anche una lettera prima del folle gesto in cui avrebbe spiegato i motivi che l’hanno portato a togliersi la vita: il rifiuto di una scrittura da lui proposta. La simpatica e divertente icona di uno stereotipo internazionale dell’italiano provinciale, elegante e virile aveva attraversato nel suo recente passato un altro periodo molto difficile della sua vita. A fine novembre 2010 morì dopo una breve malattia e all’età di 73 anni la sua adorabile moglie, Lucia Peralta.

In quel periodo lui era impegnato con le riprese della fiction di Raiuno, “Il restauratore”. Nell’intervista rilasciata al settimanale Gente dopo la morte della moglie, Lando Buzzanca confessò di aver pensato di farla finita: “Se ho portato a termine tutti gli episodi è stato soltanto per merito dei miei figli, i quali mi hanno ridato la voglia di lavorare e la voglia di vivere, dopo che, nel corso delle riprese della fiction, a novembre dell’anno 2010, la mia amata moglie Lucia è deceduta a causa di un brutto male”.

Anche quel terribile giorno era pronto a tagliarsi le vene, ma i figli lo bloccarono in tempo. Forza Lando, siamo tutti con te!