Laetitia Casta: In amore bisogna avere il coraggio di rischiare

L’ amore arriva quando meno ce lo aspettiamo e spesso finisce per scombussolarci la vita. E quello che scopre sulla propria pelle Claudia, il personaggio del film Una donna | per amica di Giovanni Veronesi interpretato da Laetitia Casta. Terrorizzata all’idea di innamorarsi, Claudia evita in tutti i modi di accettare che l’amicizia di lunga data con Francesco (cui dà il volto Fabio De Luigi) si è trasformata in un sentimento più profondo. La fragilità del personaggio ha conquistato la Casta, uscita da poco dalla relazione durata dieci anni con l’attore Stefano Accorsi che le ha regalato due figli: Orlando di sette anni e Athena di quattro (l’attrice è anche mamma di Satheene, nata nel 2001, avuta dall’ex fidanzato Stéphane Sednaoui, ndr). Lei stessa ha spiegato in una intervista a Vanity Fair i motivi della rottura: «Perché restare insieme, quando si è cambiati: forse per raccontarsi bugie? E perché la gente pensa sempre che siano le mogli a lasciare i mariti? A volte è il contrario. Nel mio caso è stato più semplice, perché non sono mai stata sposata. Mi sposerò una volta sola, come i miei genitori». Aggiungendo: «Ho amato e vissuto, perché sono viva.. .Voglio diventare vecchia con il fuoco negli occhi, non arrendermi mai». Interpretando il ruolo di Claudia, l’attrice si è trovata faccia a faccia con le proprie paure e ha colto l’occasione per chiarirsi le idee. Tanto da trovare di nuovo l’amore, H 1 proprio sul set del film. Lui si chiama Lorenzo Distante, ha 35 anni come lei, e di mestiere fa l’assistente di produzioni cinematografiche. I due fanno coppia fissa da un po’ (anche se non c’è ancora la conferma ufficiale) e sono stati visti insieme anche durante l’ultimo Festival di Sanremo, I dove Laetitia si è esibita in un omaggio a Monica Vitti. «Siamo stati sempre noi stessi» Il film Una donna per amica ripropone l’eterna domanda: esiste l’amicizia tra uomo e donna? Tu hai una risposta da dare? «Per un rapporto di questo tipo c’è bisogno di tanta onestà e di un rispetto reciproco profondo. Entrambi gli amici devono essere certi di non voler ambire ad altro, di non avere altre aspettative». Quanto ti somiglia il personaggio di Claudia? «A mano a mano che studiavo il copione e iniziavo a girare le scene ho capito molte cose su di me che, per mille motivi, ancora non avevo colto. Interpretare il ruolo di Claudia mi ha fatto crescere soprattutto come persona, mi ha aiutata a capire che non bisogna aver paura di amare e che, nella vita, per essere felici bisogna avere il coraggio di prendersi dei rischi. Soprattutto quando non si ha la certezza che la strada che stiamo percorrendo ci porterà dritti verso la felicità». Un insegnamento che ha dato i suoi frutti, visto che hai conosciuto il tuo compagno attuale proprio sul set… «È impossibile sapere perché ci s’innamora, succede e basta e l’unica verità è che non ci si può opporre. Quando la scintilla scatta fra due amici, però, la situazione diventa più complicata e spesso l’amore crea problemi, scombussola la vita». A te è mai capitato di vivere una situazione simile a quella di Claudia? «A dodici anni avevo quello che si può definire il mio migliore amico. Poi però ho capito che lui provava sentimenti diversi dai miei e l’incanto si è rotto». E con De Luigi che tipo rapporto si è creato? «Abbiamo trovato una grande complicità, entrambi siamo stati veri, sempre noi stessi. Una formula che non fallisce mai».