Kate Middleton: Tutto il mondo ha seguito in streaming la nascita del bebè

BRITAIN-ROYALS-BABY

Dio salvi la regina. E, dal 22 luglio, anche il suo bisnipote. Devono aver pensato questo i sudditi di Sua Maestà quando Kate Middleton, la moglie del principe William, ha dato alla luce il royal baby tanto atteso. Sarà il terzo erede al trono di Gran Bretagna, dopo il nonno, il principe Cario, e papà William. Con buona pace dello zio, il principe Harry, che “scende” al quarto posto, mentre Andrea, il secondo figlio maschio di Elisabetta, si ferma al quinto. La dolce attesa dì Kate è stata seguita minuto per minuto già ben prima dell’annuncio ufficiale. Da giorni, poi. cronisti e fotografi di tutto il mondo stazionavano sotto il St. Mary Hospital (dove, tra l’altro, Lady Diana ha partorito William ed Harry) in attesa di immortalare l’arrivo della duchessa di Cambridge. Ma lei si è fatta attendere. Anche perché, nei mesi scorsi, si era mormorato che il termine della gravidanza fosse il 13 luglio. E invece, quel sabato, Kate era a casa di Michael e Carol, i suoi genitori, nel Berkshire, a un’ora da Londra e William si era concesso una partita di polo, per beneficenza, con il fratello Harry. La duchessa è rimasta nel verde della tenuta di famiglia fino al sabato successivo, quando ha fatto ritorno a Kensington Palace. Solo lunedì mattina, il 22 luglio, Kate ha avuto le prime contrazioni. E così, in auto e con William a fianco, è andata in ospedale intorno alle 5.30, entrando dallo stesso ingresso secondario usato da Diana per William 31 anni fa. Poco dopo una nota di Clarence House, il Palazzo, ufficializzava l’evento. “La Duchessa è stata ammessa questa mattina al St. Mary’s Hospital, Paddington, Londra, nella fase iniziale del travaglio”. Dopo ore e ore di spasmodica attesa il bebé è nato. Il suo arrivo ha emozionato nonno Carlo e la seconda moglie Camilla, forse provata dalla tensione («Nell’ultima settimana abbiamo vissuto attaccati al telefono»), e ha reso più entusiasti che mai i giovani zii, Harry e Pippa. E la regina Elisabetta? Probabilmente ora rimanderà la partenza per le vacanze. Pochi giorni prima della nascita del piccolo, rispondendo ai giornalisti aveva detto: «Spero solo che nasca presto, perché tra poco devo andare in vacanza ». A quanto pare, è stata accontentata. Di certo c’è una persona che non può partecipare a tanta gioia: l’indimenticabile Lady Diana, la prima moglie di Carlo. Non avere accanto sua madre in un giorno così speciale, per William è stata l’unica ombra della gioia più grande. Il ritorno a palazzo Dopo il parto, Kate trascorrerà qualche giorno nel reparto Lindo Wing del St. Mary Hospital. Qui, riceverà le prime visite da parte degli parenti e degli amici più cari. Nella suite regale da 12mila euro al giorno, dotata di ogni comodità, dalla vasca idromassaggio, a una lista di vini e champagne per i brindisi, ai menu personalizzati, i duchi di Cambridge hanno voluto trascorrere i primi indimenticabili giorni con il loro erede. Poi, dopo le dimissioni dall’ospedale, Kate tornerà a casa dei genitori, dove si occuperà del neonato insieme a mamma Carol, che per farlo al meglio. ha seguito un corso in ostetricia. Successivamente la famiglia reale tornerà a Kensington Palace, dove vivrà nell’appartamento 1A con imo splendido giardino recitato, che ha incantato Kate, in cui il bimbo potrà giocare. William avrebbe preferito l’appartamento 8, dove è cresciuto con Diana, ma poi ha accontentato la moglie. E comunque i costi della ristrutturazione dell’appartamento da 57 stanze – più di un milione di euro – hanno suscitato polemiche. Non ci sarà nessuna tata, solo la governante, l’italiana Antonella Fresolone: la duchessa di Cambridge vuole occuparsi da sola dell’erede. Anche William, nei lunghi mesi dell’attesa, sosteneva di essere pronto a svegliarsi la notte e a cambiare i pannolini. Insomma, il duca di Cambridge ha intenzione di essere un papà presente: non per nulla ha assistito al parto con telecamera alla mano, primo principe della famiglia a compiere una impresa del genere. È distante anni luce da Carlo, così apparentemente impacciato nell’abbracciare William appena nato. La grande paura E Kate? Per il momento gli impegni ufficiali saranno centellinati. Un po’ come era avvenuto a inizio dicembre scorso, quando era stata ricoverata al King Edward VII di Londra per “iperemesi gravidica”, una forma acuta di nausee che causano disidratazione e una rischiosa perdita di peso. Poi la duchessa si era ripresa e, con il pancino sempre più in evidenza, era riapparsa in pubblico: sorridente davanti a a tutti, pronta a prepararsi alla nascita del bebé in privato. Ha persino frequentato una sorta di corso preparto con Christine Hill, vera e propria “guru” dei pediatri e degli ostetrici britannici e si è rilassta negli ultimi giorni con lo yoga. Ora che stringono il loro erede tra le braccia, per Kate e William comincia una nuova, dolce, fase della vita. Dio salvi il royal baby.