Kate Middleton incinta, prima appare poi scompare

kate-middleton

L’aveva promesso: per la visita del presidente di Singapore, l uno dei 53 Paesi che aderiscono al Commonwealth, sarebbe tornata a farsi vedere in pubblico dopo due mesi c più d’assenza, l’ultima apparizione ufficiale lo scorso 5 agosto. E pur ancora prostrata dall’hyperemesis gravidarum, che l’ha costretta a letto nelle ultime settimane a casa dei genitori, la principessa Kate non ha mancato alla parola data. Chiusa in un cappotto di Alexander McQueen, il volto sorridente ma un po’ tirato, ancora nessuna traccia visibile del bambino che cresce nel ventre, ha accolto gli ospiti, sopportato i su e giù della parata in carrozza e persino ironizzato sulle nausee estenuanti che stanno accompagnando anche questa sua seconda gravidanza. «Sono felice di essere qui, non vedevo l’ora di uscire di casa», ha detto alla first lady della città-Stato asiatica mentre i rispettivi mariti scherzavano sul fatto che dalla finestra dell’hotel dove avveniva l’incontro si vedesse quella della camera da letto dei duchi stessi a Kensington Palace. Declinato il pranzo d’onore Regno Unito-Singapore – i medici le hanno permesso di lasciare villa Middleton solo a patto che gli impegni fossero brevi e intervallati da un lungo riposo – Kate è riapparsa la sera al Museo di storia naturale per un premio fotografico. Gambe fuori e pancia in dentro, le nausee l’hanno fatta dimagrire ancor di più, la principessa ha incantato in un celeste Jenny Packham anche se ai più non è kate-middletonsfuggita l’espressione sofferente di chi preferirebbe di gran lunga correre a casa.Alla quattordicesima settimana di gravidanza, infatti, Kate non è ancora uscita dal tunnel letto-bagno, come ha spiegato un recente comunicato di Kensington che parla di aprile come termine ultimo, mese per altro suggestivo: il 21 è nata Elisabetta II e il 29 si sono sposati i futuri bis-genitori. C’è da augurarsi che, come avvenne per George un anno e mezzo fa, Yhyperemesis abbandoni la povera Kate intorno al sesto mese, consentendole di riprendere le forze e il filo di tutti gli impegni ufficiali che la principessa è stata costretta a cancellare in queste settimane dalla sua agenda. Dove resta segnata, a livello ancora informale, quella che nelle intenzioni doveva essere una gloriosa cinque giorni tra New York e Washington, città che da sempre riservano grandi onori ai Windsor. William e Kate avevano iniziato a programmare la visita a inizio estate, poi la scoperta del pupo, forse due, e la paura rivelatasi fondata di un’altra attesa tribolata li hanno spinti a silenzia- re il tutto. Previsto a cavallo tra novembre e dicembre, il viaggio è in attesa di conferma, anche alla Casa Bianca. Dove per avviare la macchina si attende un cenno del capo di Kate, al momento certo non nelle condizioni di affrontare un’incombenza tanto gravosa.