Kate Middleton e William: George festeggia un’anno e mamma è incinta, auguri doppi

Se pensavate di pagarvi le vacanze approfittando del vostro istinto spione, siete arrivati lardi: nel giro di ventiquattrore, siti inglesi come Coral e Ladbro- kes hanno sospeso le scommesse sull’annuncio entro fine mese di una nuova gravidanza a corte. Precisamente di un nuovo figlio per William e Kate, voce che si rincorre da settimane ma che ha improvvisamente guadagnalo valore dopo l’intervista di Jessica Hay al magazine australiano New Idea: «11 22 luglio la festa sarà doppia, Kate è incinta e lo dirà». 1122 luglio sarà il primo compleanno di baby George, Jessica Hay è l’amica della duchessa di Cambridge che nel novembre del 2012 aveva rivelalo alla stampa quella dolce e acerba attesa che il Palazzo voleva tenere segreta e che il ricovero improvvisodi Kate per nausea e capogiri rese precocemente pubblica.

Una, Jessica, che forse proprio una vera amica non è, vista la lingua sciolta, ma che certo per abilità e frequentazioni la sa lunga.«Ho avuto modo di parlare con diversi intimi dei principi. Sono elettrizzati e convinti che nel giro di pochi giorni, qualche settimana al massimo, ci sarà la comunicazione ufficiale». Magari proprio lo stesso giorno in cui la nazione festeggerà quello che, se i geni sono quelli di nonna Elisabetta, sarà l’ultimo sovrano del XXI secolo. Jessica porta a sostegno della sua certezza un recente cambio di look di Kate come fu due anni fa (invero un impercettibile modifica nel portare i capelli e una tintura non proprio riuscita), borsette e altri stratagemmi usati per coprire la pancia nelle ultime occasioni ufficiali, dove la principessa è comunque apparsa ancora magra come un picchio. Indizi vaghi, forse buttati lì con la speranza di bissare l’exploit del 2012, che tuttavia sono bastati a convincere i sudditi e a mandare in tilt gli allibratori legalizzali per eccesso di puntate.

Assodato che la cicogna è partita da qualche parte laggiù nel Commonwealth, e giusto per mantenere alta la febbre tipicamente british per l’azzardo, si può ora tentare la fortuna solo sul sesso e sul nome del principe che verrà. Femmina, Victoria o Alexandra, dicono gli esperti della “posta “. Che nel caso di George ci avevano preso, anche se non era poi difficile pensare che il tradizionalista William avrebbe tiralo fuori un nome così caro a nonna Elisa- betta. La quale, raccontano gli insiders di Palazzo, sarebbe felicissima per il nuovo arrivo, il suo quinto bisnipote. Il piccolo re pare abbia dato nuova linfa alla vecchia regina, che ha deciso di festeggiare il primo anniversario del bimbo con una moneta celebrativa a tiratura limitata, 7.500 esemplari, da cinque sterline (venduta però a 80, circa cento euro). È la prima volta che a un erede al trono viene concesso tale privilegio, giustificato dalla straordinarietà dell’evento: solo la regina Vittoria era riuscita a festeggiare il compleanno del pronipote Edoardo, colui che avrebbe poi retto le sorti deH’Impero nel 1936, riscrivendone la storia per amore di una divorziata.

Pazza di George la sovrana, come un intero Paese che veste i suoi figli copiando il principe, i marchi da lui indossati registrano incrementi nelle vendile del 600%, e che mai come in questo momento si sente prossimo alla sua monarchia, i sondaggi parlano di percentuali d’amore addirittura superiori all’80%, roba che neanche Carlo e Diana nel loro fugace idillio matrimoniale. Merito della nuova leva di casa Windsor, delle “normalate” di William e Kateche hanno mirabilmente saputo mascherare la supremazia di rango con pennellate borghesi, di baby George e delle sue guance tanto piene da risultare irresistibili. Un bambolotto, però, che a quanto pare già dimostra un certo caratterino. Zio Harry sembra lo abbia ribattezzato “little Churchill”, il piccolo Churchill, per il temperamento deciso e dispotico e per gli eccessi adiposi, mentre William avrebbe rispolverato il soprannome che gli diede mamma Diana, “Wombal”, nome di un marsupiale nolo per l’aggressività e la testardaggine. Animale bruttino che durante il viaggio fatto in Oceania con i genitori fu donato a George in versione peluche, dal quale il principino non si separa mai se non per mangiare, l’altra sua grande passione. La “stazza” imponente di baby George è infatti giustificata da un appetito che ha messo a dura prova Kate fino allo svezzamento, un palato inarrestabile e dai gusti tradizionali: il pupo è ghiotto di patate dolci e come lutti i suoi coetanei detesta vedere del verde nel piatto, che la tata Maria Borral- lo è costretta a nascondere con frullati e stratagemmi ben noti a tutte le mamme. Una ragione in più per dare credito agli scommettitori, puntare e tifare femmina. Almeno in fatto di pappe, si sa che loro sono meno viziale di noi maschi.