Kasia Smutniak, ecco il suo piccolo Leone

Lo stringe a sé con salda dolcezza. Lo affida a sua madre solo mentre fanno commissioni. E questa nonna bionda si mostra sicura e molto affettuosa: «La chiamo sempre anche per due linee di febbre di Sophie», ha raccontato in passato l’attrice. Ma poi Leone, un mese appena e già una lunga storia alle spalle, reclama. Prontamente mamma Kasia trova un angolo tranquillo per cambiarlo. Sono tenerissime le prime immagini di questa Catturabellissima diva e mamma insieme con il suo secondo figlio. Un bambino che è il simbolo di come la vita possa ricominciare, sempre, anche dopo i dolori più inimmaginabili. È nato il 20 agosto scorso questo batuffolo di tenerezza, È frutto dell’amore con il produttore Domenico Procacci. Un amore partito timidamente, nel 2011, dopo la drammatica scomparsa del compagno di lei, Pietro Taricone, nel giugno 2010. La loro bambina, Sophie, aveva solo 6 anni. Ora anche lei è felice del fratellino, con un nome da combattente forse non casuale, sigillo che unisce passato e presente. Indietro Kasia guarda raramente e una volta ha detto: «Io sono stata forte, sono fiera di come sono riuscita a sopravvivere ma, appunto, è sopravvivere. Pietro mi ha insegnato la libertà di fare scelte dettate solo dal mio cuore e dalla mia testa. Domenico mi ha insegnato a stare calma. Lui ha l’umanità e l’intelligenza di capire che il dolore con cui convivo non toglie niente al nostro legame, e il nostro legame non toglie niente a quel dolore». Ma ora c’è Leone a riaccenderle il sorriso.