Il Segreto, anticipazioni 14 gennaio 2014. Flora salva Pepa

Il Segreto continua a regalare, giorno dopo giorno, colpi di scena e tante emozioni al pubblico. Dal mese di luglio la soap opera spagnola tiene compagnia a milioni di italiani con i suoi personaggi che sono diventati, ormai, i beniamini degli italiani. E prosegue, inarrestabile, la programmazione de Il Segreto che ha inaugurato una nuova settimana con la puntata del lunedì. Un episodio ricco di colpi di scena e molto teso per i fan della povera Pepa. La levatrice, sempre più disperata per la morte di suo figlio Martin, è caduta nella trappola di Matilde. Pepa è diventata una drogata e assume funghi allucinogeni per mettersi in contatto con l’anima di suo figlio. La levatrice è arrivata a rubare del denaro per acquistare una nuova dose di funghi allucinogeni. Ed ha messo, nuovamente, la sua vita in pericolo.
Ma che ne sarà di Pepa nella nuova puntata in onda domani, martedì 124 gennaio 2014? Scopriamo insieme tutte le anticipazioni.

Il Segreto, anticipazioni puntata di martedì 14 gennaio 2014
Continua il gioco della seduzione tra Soledad e Olmo Mesia. Quest’ultimo sembra davvero molto preso dalla bella figlia di Donna Francisca. Peccato che Soledad voglia sedurlo solo per portarlo dalla sua parte e per comprendere le sue reali intenzioni. Pedro e Dolores hanno deciso: si trasferiranno alle Isole Chafarinas.E’ qui che Pedro potrà coronare il suo sogno di gloria e diventare Governatore. Ma Hipolito non vuole seguire i suoi genitori: lui vuole continuare la sua vita a Puente Viejo.
Pepa sta di nuovo male ma, per fortuna, in suoi aiuto arriva Flora che le salva la vita. La levatrice, comunque, continua ad essere tormentata: ora Pepa è convinta che Tristan abbia una storia con la dottoressa Gregoria.
Emilia è in pena per la salute mentale di Pepa e per Severiano: il suo fidanzato è scomparso. Intanto Juan continua ad avere grossi problemi economici a causa del suo vizio per il gioco. Infine Sebastian è sempre più immerso nel lavoro: il giovane Ulloa vuole salvare, a tutti i costi, il Conservificio.