Il motociclista ucciso aRoma da un pino caduto per strada

La base del pino spunta dal terriccio accanto alla via Colombo. Un tronco di 12 metri quasi senza radici, come fosse stato solo appoggiato sull’erba. La cima è in mezzo alla strada, fra le più pericolose di Roma, che porta a Ostia: vicino c’è il corpo di un fisioterapista di 42 anni, Gianni Danieli, coperto dal telo termico dei soccorritori. Ieri, all’ora di pranzo, l’albero si è abbattuto all’improvviso sulla carreggiata colpendo in pieno il motociclista senza lasciargli scampo. Danieli tornava a casa, da moglie e due figli, dopo aver lavorato nello studio di Vigna Murata gestito con il fratello Alessandro che ora accusa: «Il pino era senza radici, voglio giustizia. Voglio vedere se adesso le istituzioni ci metteranno la faccia!». La Procura aprirà oggi un’inchiesta, intanto i vigili urbani hanno sequestrato un cartellone pubblicitario con un fil di ferro che forse, fino a qualche tempo fa, reggeva l’albero proprio perché instabile. Un dramma dell’incuria, proprio come quattro anni fa, sempre su via Colombo, dove morì un medico in circostanze analoghe, e l’anno precedente alla Caffarella dove a perdere la vita fu un ragazzino. Il forte vento che soffiava ieri su Roma e provincia ha provocato decine di cadute di rami e alberi: a Prima Porta si è rischiata un’altra tragedia — feriti madre e figlio in auto —, come anche alla Garbatella. Emergenza anche a Tivoli, e ancora a Sora, Fiuggi e Cassino: qui il vento ha abbattuto i cavi di un traliccio dell’Enel. Pesante il bilancio del maltempo anche in Campania dove un vigile del fuoco è rimasto gravemente ferito vicino a una stazione di servizio sulla Caserta- Salerno, fra Nocera inferiore e Sarno: il pompiere stava mettendo in sicurezza un albero pericolante quando il tronco ha ceduto travolgendo lui e la sua squadra: è in prognosi riservata con un trauma cranico e diverse fratture al volto. Meno gravi, ma trattenuti ugualmente in osservazione, tre colleghi, compreso il caposquadra. Ferita anche un’infermiera, colpita proprio nel parcheggio dell’Umberto I di Nocera da un ramo che le ha provocato la frattura di una gamba. Grecale forza 9 nel golfo di Napoli con blocco dei collegamenti con le isole, scuole chiuse oggi a Caserta. La pioggia ha invece creato problemi in Puglia—con salvataggi ad Andria, Ginosa e Trani —e in Basilicata. E al Nord case scoperchiate nel pisano, voli cancellati a Genova, Bora a 110 chilometri orari a Trieste. E a Milano è sempre emergenza freddo: fino a oggi Comune e volontari hanno assistito più di 1.700 persone.