I prestiti obbligazionari: come richiederli

Il prestito obbligazionario è una forma di finanziamento a medio-lungo termine, dedicata alle società per azioni o in accomandita di azioni.

Elemento fondamentale in questa tipologia di prestito sono le obbligazioni.

I prestiti obbligazionari: cosa sono

Questo tipo di società non possono emettere obbligazioni per importi superiori al capitale versato ed esistente nell’ultimo bilancio approvato a meno che non sussistano queste condizioni:

  • le obbligazioni siano garantite da un’ipoteca su immobili di proprietà sociale e sino a due terzi del valore di questi;
  • l’eccedenza dell’importo delle obbligazioni sia garantita da titoli nominativi emessi o garantiti dallo Stato, aventi scadenza non anteriore a quella delle obbligazioni;
  • la società ottenga un’autorizzazione dell’autorità governativa a superare i limiti previsti.

Questo significa che il capitale massimo erogabile con il prestito obbligazionario è stabilito in proporzione alle somme versate dai soci della società in oggetto a titolo di capitale di rischio.

Per emettere/ erogare il prestito obbligazionario serve l’approvazione dell’assemblea straordinaria e la relativa delibera deve essere depositata entro e non oltre 30 giorni presso la Cancelleria del Tribunale per il procedimento di omologazione e iscrizione.

Prestiti obbligazionari: Emissione

Un prestito obbligazionario per essere erogato necessita della  formulazione di un programma in cui sono stabiliti i dati fondamentali del finanziamento e di un regolamento in cui sono specificati in maniera dettagliata le condizioni del prestito.

Prestiti obbligazionari: chi e come può richiederli

Nel programma del prestito obbligazionario si deve indicare:

  • l’importo del capitale sociale sottoscritto e versato dai soci;
  • l’importo complessivo del prestito;
  • il piano di ammortamento del prestito;
  • il tasso di remunerazione del prestito.

Nel regolamento del prestito obbligazionario invece si deve indicare:

  • ogni caratteristica specifica dei titoli;
  • le modalità e il prezzo di emissione del prestito;
  • il valore nominale delle obbligazioni;
  • le modalità di rimborso del prestito;

Prestiti obbligazionari: il tasso di rendimento

Ogni prestito obbligazionario prevede un tasso effettivo di rendimento che si compone di specifici fattori:

  • tasso nominale del prestito;
  • prezzo di emissione;
  • prezzo di rimborso.

Prestiti obbligazionari: calcolo importo interessi

Il calcolo dell’importo di interessi da corrispondere è stabilito sul valore nominale del tasso del prestito per i giorni di mancato godimento se il versamento è stato eseguito in data successiva a quella del godimento delle obbligazioni. In tutti gli altri casi per stabilire l’ammontare degli interessi si deve valutare le date dei versamenti e il periodo di godimento, in particolar modo se:  la scadenza delle cedole non coincide con la data del 1 gennaio si deve stabilire un rateo passivo per calcolare la quota di interessi maturati nel periodo compreso tra periodo di godimento e il 31 dicembre, se la scadenza delle cedole è compresa tra il 1 gennaio e il 1 luglio la maturazione degli interessi è completa per cui si può procedere al calcolo delle obbligazioni verso gli obbligazionisti per la parte di importo netto, e da un debito verso l’Erario per la ritenuta.