Grande Fratello: chiesti l’oscuramento e una sanzione

gf14

Com’era lecito aspettarsi, qualcosa si muove contro le scelte di produzione di questa edizione del Grande Fratello. Il talent show è oggi sotto le lenti di REA ovvero Radio Televisioni Europee Associati, che chiede all’Agcom di sanzionare lo show e di oscurarlo. Sebbene in molti potrebbero storcere il naso, effettivamente sono notevoli alcune vicende accadute nelle ultime settimane. Vi è stato, ad esempio, il sesso in piscina tra Domenico Manfredi e Barbara Donadio. Per molti l’episodio sarebbe quanto di più negativo possano vedere i giovani poiché promuove il sesso occasionale non protetto.

La stessa piscina poi qualche giorno fa, è stata nuovamente location di effusioni stavolta in tre, con Kevin in mezzo a Federica Lepanto e Jessica Vella. Le due poi, non contente, hanno dato il via ad un siparietto lesbo. A preoccupare REA però, stranamente non sono questi due episodi, quanto la diretta TV della scorsa settimana in cui Rocco Siffredi è stato ospite nella casa di Cinecittà. La decisione seguirebbe la messa in onda di scene sconvolgenti alle ore 16:15 del 23 ottobre, orario protetto alla visione dei minori. Il pornoattore infatti, nelle poche ore in cui è stato presente nella casa, è stato autore di situazioni piccanti ma soprattutto molto volgari.

Alle ore 16:00 infatti ci sarebbero stati spogliarelli e inviti a fare sesso, situazioni che per REA hanno un potere devastante sulla psiche dei bambini. Il tutto rischia di essere punito secondo la legge italiana ed ora la decisione spetterà solo ad Agcom. Chi vi scrive non è stato purtroppo spettatore di quello che è accaduto in quell’orario ma reputa sufficiente la messa in onda serale per ritenere il tutto davvero un po’ troppo volgare.