Giulia Arena: “Sono la più bella d’Italia ma non ho un fidanzato”

help with accounting homework problems By on 30 ottobre 2013
giulia-arena-a-occhi-chiusi

follow Ha 19 anni ed è siciliana ia neo vincitrice del concorso di bellezza, che si confessa a cuore aperto. L’amore: «Sono single e forse devo ancora scoprire cosa voglia dire voler bene veramente». L’uomo dei sogni: «Sa tenermi testa ma deve essere profondo». La famiglia: «Mi piacerebbe, ma per ora punto sulla carriera». Il suo sogno: «Diventare attrice o conduttrice, ma non scenderei mai a compromessi» La prima a scoprire la nuova Miss Italia è stata… Miss Italia. Giusy Buscemi, la reginetta 2012, alle selezioni f i nella sua Sicilia aveva votato proprio P per Giulia Arena e ora, cedendole la corona, è un po’ meno triste. Giulia, 19 anni, di Messina, è indecisa se defin irs i “ambiziosa” o “determinata” ed è la decima Miss Italia siciliana della storia, la terza degli ultimi cinque anni, incoronata in diretta tv su La7 da un’altra ex Miss siciliana Francesca Chillemi, spalla dei conduttori Massimo Ghini e Cesare Bocci Pochi minuti dopo l’elezione, Miss Italia 2013 posa in esclusiva per “Diva e donna” per il primo servizio da diva sotto gli occhi di mamma Rita, 46, casalinga; papà Diego, 49, tenente colonnello della Guardia di Finanza e Francesco, 15, il fratello più piccolo. Si era appena trasferita a Milano in un appartamento sui Navigli per frequentare la facoltà di Giurisprudenza alla Cattolica. Ma dopo il primo giorno di università ha fatto le valigie per Jesolo. Intanto in Sicilia la aspettano i suoi due cani, un Labrador, Frodo e una meticcia, Brina; due scoiattoli, un coniglio e due pappagalli. «Sono nata con un Rottweiler in casa e ho sempre vissuto in simbiosi con gli animali », racconta lei Che, poco sopra al cuore ha un tatuaggio con un famoso verso di Dante del 26esimo canto dell’Infemo: “Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza”. «Ho tatuato questa frase l’anno scorso quando sono stata un mese a Malta per studiare inglese: mi sono resa conto di quanto mi senta italiana… E ho deciso di tatuarla sopra al cuore perché Dante è uno dei simboli del nostro Paese di cui sono orgogliosa ». È la più bella d’Italia: si vede perfetta? «Mi piacciono i miei occhi: parlo con lo sguardo, ci gioco anche. Invece non mi piacciono le caviglie, un po’ grandi». Chinirgia estetica sì o no? «Favorevole ma senza eccessi». Che cosa ne pensa delle polemiche attorno a Miss Italia, messa al bando dalla Rai? «Non ho mai percepito il concorso come sfruttamento del corpo della donna. Quest’anno è stato preso di mira e ho deciso di partecipare proprio per questo: avevo intuito che avrebbero cercato una Miss a tutto tondo. Che facesse passare il concetto che si può essere belle e avere anche qualcosa da dire». È fidanzata? «No, eoa evito di doverlo lasciare come molte Miss (ndr: ride). Sono Ubera, mi sono trasferita da poco a Milano e ho aperto una pagina nuova della mia vita, anche in amore. Ho avuto delle storie, ma mai molto durature». La più lunga? «Due mesi».Si è mai innamorata veramente? «Forse una volta e poi ci ho sofferto per tutto l’anno successivo. Ripensandoci ora, lo vedo come uno dei pochi momenti in cui sono riuscita a rialzarmi da sola e anche a crescere. Probabilmente devo ancora scoprire che cosa significa amare veramente». Che uomo cerca? «Di polso, perché sono una persona molto autoritaria e non voglio un uomo che mi assecondi: deve sapermi tener testa». Cosa la fa innamorare? «Tanto carattere e profondità: oggi molti uomini pensano che la profondità sia sinonimo di debolezza». Sogna una famiglia? «Mi piacerebbe avere un compagno ma sono una persona che pensa molto alla carriera. Per diventare madre bisogna essere pronte a dedicarsi al proprio bambino: ora non lo sono». Chi ammira dello spettacolo? «Miriam Leone: la bellezza è indiscutibile, ma il carisma è il suo biglietto da visita. Mi piace anche molto Paola Cortellesi». Di Belen che cosa pensa? «È molto furba: penso che abbia sfruttato nel modo sbagliato il successo e l’etichetta che le è stata attribuita». Qual è stata la sofferenza più grande della sua vita? «La perdita di mia nonna. Si è sentita male quando sono stata in America ed è scomparsa appena sono tornata a casa, il giorno successivo. Quasi mi sono sentita responsabile: è stata più dura del previsto superarla ». Per cosa rinuncerebbe al titolo? «Lo farei se dovessi rendermi conto che le mie priorità vengono troppo messe in discussione: Miss Italia per me è solo l’inizio. Mi piacerebbe diventare presentatrice o attrice. Ma il mio piano nella vita non cambia: voglio laurearmi. Rinuncerei al titolo se dovessi rendermi conto di dover per forza scendere a compromessi». Ci racconti una sua follia… «L’occupazione del mio liceo: ero l’unica ragazza a rimanere lì e in famiglia si sono preoccupati».

http://www.csq.cz/?how-can-i-help-others-essay