Giovanni Conversano: Un’estate tutto lavoro e amore

giovanni-conversano-620x350

E’un’estate lavorativa per l’ex ironista pugliese Giovanni Conversano. Ma l’amore non risente dei suoi ingenti impegni lavorativi? E, soprattutto, la sua Giada Pezzaioli continua ad essergli sempre accanto? Per la maggior parte delle persone del mondo dello spettacolo Testate è sinonimo di relax e di pausa. Lo è anche per lei? Assolutamente no e la cosa mi rende molto felice, vista la grande crisi che serpeggia anche in questo settore. Una crisi che, con tanti sacrifìci e con la mia immensa volontà oltre che con la mia innata voglia di lavorare, riesco a combattere. Tuttavia, e mi consenta di sottolinearlo a chiare lettere, se riesco tuttora, a distanza di molti anni dalla mia partecipazione al noto programma di Maria De Filippi Uomini e Donne al quale ho partecipato sia nelle vesti di ironista sia di corteggiatore, ad essere richiesto per serate e conduzioni in giro per l’Italia è perché la gente mi ama ancora con lo stesso amore di tempo fa. A proposito di amore: come procede con Giada? Benissimo. La nostra convivenza nella mia casa di Lecce sta andando molto bene e il nostro sentimento cresce ogni giorno di più. Credo che il fatto di “viverci” pressoché quotidianamente, senza stare letteralmente incollati dalla mattina alla sera, ma al contrario provando a crearsi anche i propri spazi, sia uno dei nostri segreti per far funzionare bene la coppia. Certo, se non ci amassimo davvero e se non avessimo gli stessi valori di vita non andremmo avanti. E poi a volte lavoriamo anche insieme. E se per qualche giorno sono via per lavoro o se capita che è lei a doversi allontanare da me per dei servizi fotografici o per del le sfilate, essendo una modella e fotomodella molto richiesta, non ne facciamo un dramma visto che tra di noi vige un rapporto di autentica e profonda fiducia reciproca. Insomma, si intuisce che ha messo la testa a posto… Sì, dopo anni trascorsi a cercare la donna giusta, credo di averla trovata. E pensa di sposarla? Essendo il tipico uomo del sud ho fortemente ancorato nel mio Dna il valore del matrimonio e della famiglia, quindi penso di sposarmi, inutile negarlo. Tuttavia al momento siamo entrambi molto presi dal lavoro e quindi non stiamo pensando concretamente a quel giorno. Diciamo che è nei nostri progetti ma non in quelli più imminenti. E un figlio? Ci pensa a diventare padre? Certo che ci penso. E la cosa al solo pensiero mi rende il cuore pieno di gioia. E se il matrimonio non lo sto ancora organizzando non è detto che io e la mia Giadina non ci stiamo attrezzando per mettere in cantiere un nostro bebé. Chissà…