George e Carmela: Andremo all’altare a settembre. Nessuno ci avrebbe scommesso

Dopo tanta attesa e numerosi preparativi, finalmente è arrivato il momento. Nel corso della decima edizione di èSposa, il Salone Mediterraneo Sposi che si è tenuto presso il Mediterraneo Expò del Magic World di Li-cola, in provincia di Napoli, sotto la direzione artistica di Diego Di Flora, gli ex gieffi-ni George Léonard e Carmela Gualtieri hanno annunciato il loro matrimonio. Abito bianco con corpetto e strascico dell’atelier Giusari per lei, giacca a quadri su pantaloni marroni, scarpe rosso laccato e farfallino in tinta per lui, così i due ex inquilini della Casa numero 10, hanno fatto le prove generali per il fatidico giorno. «Alle nozze ci sarà un elefante» George e Carmela, allora ci siamo? Carmela: «Sì, abbiamo deciso di sposarci a settembre e stiamo girando gli stand della fiera in cerca di spunti per le nozze. Per il momento, abbiamo vissuto la grande emozione di camminare mano nella mano vestiti da sposi». George: «Ormai questo matrimonio s’ha da fare, direbbe qualcuno. Mi sono già fatto prendere le misure per l’abito: sarà rosso e fatto a mano. Amo distinguermi e, restando fedele al mio motto, dico: “Originali si nasce, volerlo essere è un difetto”». Il vostro amore dura da quattro anni… C.: «Sì e forse nessuno ci avrebbe scommesso, ma quando c’è un sentimento forte si superano tutti gli ostacoli. Siamo una coppia solida e felice, e abbiamo avuto una bambina, Violante, alla faccia di chi diceva che la nostra storia sarebbe durata un mese». G.: «Nel 2010, in diretta Tv, ho chiesto a Carmela di sposarmi. Ero stato eliminato dal GF con il televoto, ma sono ritornato nella Casa per darle l’anello. Adesso passiamo ai fatti, anche se quello che conta è il vero sentimento che sta alla base della nostra unione, il matrimonio è solo un pezzo di carta». Chi sarà la damigella d’onore? C.: «Nostra figlia Violante, naturalmente, che ha un anno e mezzo e ha il vestito già pronto. Sarà una bellissima principessina e porterà gli anelli all’altare». Che matrimonio sarà? G.: «Per rispetto della crisi che stiamo vivendo, non sarà sfarzoso. Gli abiti saranno eleganti, ma non pomposi. L’unico lusso sarà la torta, che dovrà essere enorme, perché dal suo interno dovrà uscire un animatore travestito da un personaggio dei cartoni animati per far divertire i bambini. Quanto alla cerimonia, possiamo solo anticipare che ci saranno degli elementi circensi particolari e stravaganti. Non può mancare un tocco egocentrico, per esempio la damigella arriverà su un elefante mentre la sposa a cavallo». C.: «Non vogliamo fare una festa dispendiosa. Ci saranno i familiari e gli amici più stretti. George mi ha promesso che al ricevimento farà il dj, così il divertimento è assicurato». E gli abiti? G: «Ho visto tantissimi abiti da migliaia di euro. Alla fine, è importante scegliere un abito di qualità, ma con un prezzo accessibile. Meglio spendere i soldi per dar da mangiare ai propri figli, che sperperarli in un vestito che poi non metti più». C.: «Vorrei un abito disegnato apposta per me, stile romantico, sobrio e delicato, magari con un corpetto e maniche di pizzo e la gonna liscia». «Chissà quanti si ameranno…» Prima del matrimonio avete vissuto la grande gioia di avere una bambina. G.: «Sì, Violante è una bambina molto sveglia e intelligente, non perché è mia figlia, ma sa fare già tante cose per la sua età». C.: «I bambini di oggi sono molto più intuitivi e ricettivi. Quando ho saputo di essere incinta ero molto felice, è stata una gravidanza voluta. Pensavo di desiderare un maschio, ma quando ho saputo che era femmina ero al settimo cielo. George ha assistito al parto, è sempre stato al mio fianco e ha tagliato il cordone ombelicale». George, finalmente hai messo la testa a posto? G.: «Quando si ama e si sta bene con una donna, le abitudini cambiano e alcuni lati del carattere si modificano. Io ho già un figlio abbastanza grande (Dan, 10 anni, nato dalla sua relazione con la modella Carla Giommi, ndr), ho una principessina che adoro, una compagna con la quale vado d’accordo e condivido tutto, che cosa posso volere di più? Inoltre, voglio che i miei figli mi ricordino come un padre presente: faccio molto di più di quei genitori che lavorano tutto il giorno e poi a casa stanno su Internet. Devo ringraziare la mia compagna Carmela, che mi è sempre vicina nelle mie avventure musicali e nei miei viaggi spiritual, poiché, ricordatevi, che vicini a un grande uomo c’è sempre una grande donna». Quindi stai continuando la tua attività di cantante? G.: «Sì, è dal 1999 che faccio il cantante e il dj. Dopo tanta gavetta, ora sto raccogliendo i frutti del mio impegno e della mia passione per la musica. Collaboro ormai da anni con i Titta’S Brothers e facciamo musica rap, giro per le discoteche e mi diverto in consolle. Dopo Pecora Nera ora c’è Habemus Papam, pezzo house, nato per omaggiare papa Francesco». Vedrete la nuova edizione del Grande Fratello, che partirà il 25 febbraio? C.: «Certo, è un trasmissione alla quale siamo molto legati. George mi ha chiesto per la prima volta di sposarlo, mettendosi in ginocchio e con un anello di zaffiro, proprio sotto i riflettori della Casa». G.: «Noi ci siamo conosciuti il 26 ottobre 2009 proprio durante il Grande Fratello 10 e subito ci siamo innamorati, anche se io avevo un’altra compagna, da cui avevo avuto un figlio, Dan. A Capodanno ci siamo scambiati il primo bacio e a febbraio c’è stato il fidanzamento in diretta televisiva, con tanto di proposta di matrimonio. Usciti dagli studi di Cinecittà, abbiamo deciso di andare a vivere insieme e il 25 giugno del 2012 siamo diventati genitori di Violante. Chissà quante coppie si formeranno in questa nuova edizione!». Fonte: Settimanale Vero Tv